Prima Pagina | Politica società diritti | Da quattro anni è in corso una vertenza e un conflitto sindacale durissimo al Comune di Arezzo che non trova sbocchi.

Da quattro anni è in corso una vertenza e un conflitto sindacale durissimo al Comune di Arezzo che non trova sbocchi.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Da quattro anni è in corso una vertenza e un conflitto sindacale durissimo al Comune di Arezzo che non trova sbocchi.

Il 17 settembre 2014 (la data non è casuale) il sindacato CGIL CSA UIL RSU del Comune di Arezzo ha dato un forte e chiaro segnale di apertura sottoscrivendo un accordo con il Presidente della delegazione trattante di parte pubblica.

 

Ci auguriamo che l’atto di responsabilità del sindacato non venga lasciato cadere. Si tratta di un primo accordo relativo al fondo del 2014. Un fondo che comprende tutte le voci economiche relative al personale del Comune, nessuna esclusa. Avevamo promesso, alla recente assemblea generale dei dipendenti, di riprendere le trattative appena ci fossero state le condizioni politiche minime. Riprendere le trattative è necessario per sanare i gravi problemi causati da una politica del personale sbagliata e da una gestione negativa delle relazioni sindacali. Abbiamo voluto dare un segnale forte e chiaro che dal giorno 17 settembre è possibile cambiare. Prima non è stato possibile. Attendiamo adesso un segnale altrettanto chiaro e forte da parte dell’Amministrazione. Per fare questo è fondamentale cambiare l’indirizzo politico dato fino ad oggi alla dirigenza del personale e, di conseguenza, alla delegazione trattante di parte pubblica.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

3.00