Prima Pagina | Politica società diritti | Dal Yes We Can al Yes We Dead...e intanto Arezzo pensa al Csm

Dal Yes We Can al Yes We Dead...e intanto Arezzo pensa al Csm

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Dal Yes We Can al Yes We Dead...e intanto Arezzo pensa al Csm

Che brutta estate, tanta pioggia e altrettanta crisi...a parte la buona notizia per una parte dei lavoratori Despar, oggi in forza alla Conad, il resto sarebbe tutto da cestinare. A livello internazionale è scoppiata la "terza guerra mondiale" (Papa Francesco) ed il drammaticamente buffo è che tutto ciò sta accadendo con Obama, ieri osannato dalle folle, applaudito dai salotti buoni (premio nobel per la pace ancor prima di entrare in carica) responsabile in buona parte degli eventi... Dal YES WE CAN al YES WE DEAD.

A livello nazionale dopo 50 anni si torna in deflazione...la gente, nonostante gli 80 euro renziani, non acquista più neanche i beni di prima necessità con l'effetto che le imprese vedono diminuire il proprio fatturato, quindi con nuovi rischi per l'occupazione, un cane che si morde la coda insomma....a Roma la confusione regna sovrana, il Governo prima annuncia tuoni e fulmini e di puntare tutto sulla scuola...poi rinvia le decisioni che riguardano questo importante comparto dello Stato con l'inizio dell'anno scolastico alle porte...in tutto questo Arezzo. In città ormai la domanda più frequente che viene fatta nei bar è "ma è vero che Fanfani se ne va al CSM?" e poi "speriamo...perchè si vede che non ha più voglia di fare il Sindaco".

Ecco io voglio essere controcorrente e chiedo al Sindaco di rimanere, di sacrificarsi per Arezzo...andare via ora sarebbe un bruttissimo segnale per la città si troverebbe ulteriormente impantanate da 6 mesi di campagna elettorale, prima di tutto all'interno al PD dove già si stanno affilando i coltelli per la successione.

E' l'ultima occasione che ha per dimostrare di volerla davvero governare la città, faccia una politica delle tariffe favorevole alle famiglie, soprattutto quelle numerose, rivoluzioni i servizi sociali: introduca voucher e buoni servizio invece di finanziare i soliti noti, prenda in mano la questione sicurezza e riqualificazione delle aree a rischio invece di continuare il braccio di ferro con i vigili (magari sarebbero contenti anche loro)smetta di aggiungere tasse a chi lavora (vedi tassa di soggiorno) chiami gli imprenditori e studi con loro come ripartire….altro che Csm….così lascerebbe il segno. Noi non saremmo gelosi anzi.....la aiuteremmo

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00