Prima Pagina | Politica società diritti | “Nuove Acque: sul deposito cauzionale riapriremo i giochi a fine mese”

“Nuove Acque: sul deposito cauzionale riapriremo i giochi a fine mese”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Nuove Acque: sul deposito cauzionale riapriremo i giochi a fine mese”

Dichiarazione del sindaco Giuseppe Fanfani e dell’assessore Francesco Romizi

 

L’amministrazione comunale continuerà la difesa degli interessi dei cittadini dinanzi all’atto unilaterale che si è tradotto nel deposito cauzionale inserito nelle ultime bollette di Nuove Acque.

È partita una lettera di convocazione, per il 28 agosto, di un’assemblea fra tutti i sindaci dell’ex Aato 4 alla quale abbiamo invitato proprio l’autorità idrica toscana, la riunione si terrà presso il Comune di Arezzo.

Ci confronteremo per individuare forme e modi per dare soluzione al problema del deposito cauzionale che è e resta illegittimo. È inaccettabile la pretesa di Nuove Acque di mantenere la cauzione in attesa della decisione dell’Ait visto che proprio Nuove Acque l’ha imposta in bolletta senza ascoltare nessuno, neanche i sindaci del territorio. Se Nuove Acque insisterà nella illegittima pretesa il Comune di Arezzo non esclude il ricorso all’autorità giudiziaria.

Insistiamo nel chiedere che Nuove Acque così come ha autonomamente applicato la cauzione, altrettanto autonomamente la sospenda. Il Comune di Arezzo continuerà a manifestare la sua netta contrarietà a una scelta che appesantisce ulteriormente il carico di oneri che gravano sulle famiglie
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0