Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Arezzo Summer Music School: dopo la scuola, il gran finale con i concerti

Arezzo Summer Music School: dopo la scuola, il gran finale con i concerti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo Summer Music School: dopo la scuola, il gran finale con i concerti

La presenza degli ambasciatori di Croazia e Benin presso la Salta Sede

 

Prestigiosi appuntamenti per Arezzo Summer Music School & Festival, organizzato dalla Accademia Musicale Europea in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo, la prima edizione della scuola di alto perfezionamento musicale di musica barocca e lirica che ospita 40 giovani cantanti e musicisti in residenza presso il Convitto Nazionale.

I corsi di musica barocca sono stati tenuti da Antonio Florio, scopritore della scuola musicale napoletana del ’700, e a chiusura degli stessi gli organizzatori hanno pensato a due giorni di concerti gratuiti che, dalle 19 alle 24, animeranno il centro storico nei suoi luoghi più suggestivi: Piazza Grande, S. Maria della Pieve, S. Domenico.

Tra gli spettacoli proposti, sicuramente il concerto che dà importanza internazionale all’Arezzo Summer Music Festival è la prima esecuzione mondiale in tempi moderni della “Passione secondo Giovanni” di Gaetano Veneziano (1690), il cui manoscritto è stato da poco riscoperto presso l’oratorio dei Girolamini di Napoli: S. Maria della Pieve il 18 luglio alle 21. Tutti i concerti vedranno protagonisti i migliori giovani artisti residenti che porteranno il loro talento dal chiostro della biblioteca, alla balconata della Fraternita dei Laici fino alla “Jam Session Barocca” ospitata nella sala del Benvenuti ad Arezzo che chiuderà la manifestazione a partire dalle 23,30 del 19 luglio.

Tra gli altri spettacoli da segnalare il 19 luglio alle 22,30 sotto il Cimabue di S. Domenico, il concerto “Tra Oriente & Occidente” dove echi di musiche armene, ebree ed europee si incontreranno con le suggestioni della musica africana, rappresentate in anteprima europea attraverso le composizioni del più famoso autore contemporaneo dell’Africa Occidentale, Darius Houssouvi.

Agli eveneti è annunciata la presenza degli ambasciatori di Croazia e Benin presso la Santa Sede
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0