Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Aperta per lavori: il cantiere della Fortezza si visita con le guide aretine

Aperta per lavori: il cantiere della Fortezza si visita con le guide aretine

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Aperta per lavori: il cantiere della Fortezza si visita con le guide aretine

Comune di Arezzo, Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici e Artistici di Arezzo e Centro Guide lanciano un’iniziativa destinata a cittadinanza e turisti che permetterà di visitare la fortezza medicea oggetto di restauro e di alcune scoperte archeologiche avvenute nel corso dei lavori.

 

 

 

È una delle aree più singolari della città, una delle più iconiche e misteriose. È come una presenza che si staglia alta sopra alla città, che tutti conoscono, ma che pochi, anni addietro hanno visitato. Stiamo parlando della fortezza di Arezzo che è oramai chiusa da decine di anni e le persone si sono dimenticate che esiste, facendo cadere in rovina e in disuso.

Ma dietro quelle mura così alte e misteriose qualcosa ha iniziato a muoversi, e dopo anni di attesa, finalmente la città può iniziare a raccogliere i frutti. È infatti di pochi giorni fa la notizia che sarà possibile visitare la fortezza accompagnati da esperti e addetti ai lavori. È stato infatti diffuso un comunicato stampa che recita: "Si parte venerdì 4 luglio alle 21,30 con una visita guidata speciale in notturna in concomitanza con la Fiera Antiquaria. Occasione che si ripeterà anche il venerdì 1 agosto sempre alle 21,30. Poi, visite guidate ogni sabato e domenica, rispettivamente alle 17,30 e alle 10,30. per informazioni e prenotazioni: 3343340608, [email protected] 0575401945, [email protected]".

Al di là di questi appuntamenti fissi che dureranno fino al 2 novembre, nei giorni feriali spazio a gruppi di almeno 10 persone solo su prenotazione.

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Arezzo, Franco Dringoli, ha aggiunto: “abbiamo avuto visite di gruppo avvenute  nel corso di questi anni, ad esempio di ingegneri, architetti, studenti delle università americane presenti in città. Ora si parte in modo strutturato. Di solito i cantieri sono impenetrabili, noi invece abbiamo voluto trasformare questo della Fortezza in elemento di attrattiva culturale e turistica per fare comprendere il restauro, il significato storico del manufatto e i ritrovamenti recenti. Per il futuro: intanto registro con piacere che la città guarda con curiosità alla prospettiva di una riapertura definitiva e con la presente iniziativa vogliamo incentivare questo progressivo riavvicinamento. Abbiamo terminato il restauro del cosiddetto Studiolo Fossombroni, che era letteralmente devastato, mentre palco e bastoni vanno avanti, presto arriveranno i materiali per la completa pavimentazione di questi ultimi”.

Adina Persano, coordinatrice Centro Guide: “la fontana di Trevi è in restauro ma è visitabile attraverso i ponteggi del cantiere. Dunque, esempi del genere ce ne sono. Ritengo che la storia della città a fine lavori si dovrà riscrivere qui in Fortezza. La visita ha una durata di un’ora e mezzo. L’ingresso è gratuito fino a 6 anni, biglietto ridottissimo fino a 12 anni”.

La ditta impegnata nel restauro è la MBF Edilizia spa. Particolarmente soddisfatti i suoi rappresentanti: “la storia della ditta coincide con questo manufatto, uno dei nostri primi lavori, 30 anni fa, fu proprio il restauro di una porzione di Fortezza. Ancora oggi siamo qui, con amore, impegnati quotidianamente, dai titolari agli operai, per un piano integrato di interventi di riqualificazione e consolidamento che vogliamo portare a termine”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0