Prima Pagina | Lettere alla redazione | I GENITORI KOINE’

I GENITORI KOINE’

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I GENITORI KOINE’

Una lettera aperta firmata da circa 400 genitori e parenti di bambini che frequentano asili gestiti dalla cooperativa sociale Koiné. E' stata scritta e firmata a seguito della discussione politica e sociale sorta a seguito della costituzione del comitato "Asili Nido Bene Comune". La lettera, completa delle 395 firme, è già stata protocollata presso il Comune di Arezzo, indirizzata al Sindaco e, in genere, a tutti i componenti della Giunta.

        

 LA LETTERA

Sindaco, Assessore, Provveditore, Autorità tutte, siamo un gruppo di genitori di bambini in età compresa tra gli zero ed i tre anni e siamo tutti utenti di asili nido affidati alla gestione di una cooperativa.

Abbiamo assistito negli ultimi giorni al risorgere di polemiche e proteste, tra pagine web e gazebo per le strade pubbliche, promosse in particolare dal comitato “Asili nido bene comune”, relative all’affidamento della gestione di asili nido a soggetti privati e vogliamo, con queste poche righe, offrire il nostro contributo, il punto di vista di chi affida tutti i giorni ad una cooperativa il bene più prezioso: i propri figli!

Non vogliamo in alcun modo entrare nel merito della questione né, tantomeno, dare giudizi rispetto a chi, del tutto legittimamente, sostiene le proprie idee. Vorremmo esclusivamente che, tra le legittime voci di protesta, possa essere considerata ed ascoltata anche la nostra. La voce e la testimonianza di chi, tutti i giorni, ha potuto e può tuttora godere di un servizio di altissima qualità, di chi, tra una gita ed un laboratorio, tra una festa di Natale ed un venerdì sera passato con le maestre ad imparare a leggere libri ai propri figli, ha potuto e può continuamente apprezzare lo sforzo, la passione, la partecipazione e la competenza con la quale proprio quella cooperativa si prende cura dei bambini e delle loro famiglie.

Non vogliamo fare classifiche e non è assolutamente nostra intenzione criticare le idee di chi protesta, ma non vogliamo neppure che venga demonizzata, a priori e senza riscontri, una realtà sana ed efficiente della quale anche noi, seppur indirettamente, facciamo parte. Non vorremmo in alcun modo che il clamore della protesta portasse a ritenere che gli asili frequentati dai nostri figli siano in qualche modo inferiori o comunque peggio di altri, perché mai abbiamo avuto questa sensazione. Al contrario, ci siamo sempre sentiti e continuiamo a sentirci fortunati per la splendida opportunità che stiamo offrendo ai nostri bambini. La loro crescita, l’aumentare della loro consapevolezza e la loro serenità ne sono una conferma ogni giorno che passa. Per questo motivo, forse, il nostro pensiero è più rivolto a quelle molte famiglie che, per i parametri imposti da un bando comunale ed il risultato di una somma algebrica, non possono e non potranno dirsi altrettanto fortunati.

La partecipazione e la trasparenza con la quale ci è stato consentito di vivere questa esperienza, infatti, ci ha definitivamente convinti che l’asilo nido, così come abbiamo potuto conoscerlo noi, non è semplicemente la risposta a chi deve coniugare le esigenze familiari con quelle lavorative, ma è un momento fondamentale nella crescita dei bambini e delle rispettive famiglie ed i primi ad avere diritto a poterne godere sono i bambini stessi!  

Questo strumento ci è sembrato il migliore ed il più opportuno per dare un contributo in più, rispetto a quelli di chi ha già espresso la propria opinione e speriamo possa servire a farvi prendere le migliori decisioni possibili, qualsiasi esse siano, nell’interesse dei nostri figli e di quelli che verranno.

 

I genitori.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0