Prima Pagina | Eventi e spettacoli | VOX CORDIS, UN PIENO DI SUCCESSI AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MONTREUX

VOX CORDIS, UN PIENO DI SUCCESSI AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MONTREUX

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
VOX CORDIS, UN PIENO DI SUCCESSI AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MONTREUX

 

L’ensemble aretino diretto dal maestro Lorenzo Donati si riconferma ai vertici della grande musica corale internazionale guadagnando nella 50° edizione del concorso svizzero (che si è concluso il 26 aprile) il secondo posto sia nella categoria cori misti sia in quella voci pari. Primo premio per la migliore composizione al “Canto del fuoco” scritto dal maestro Donati. Vox Cordis unica formazione italiana ammessa alla gara. Nel programma presentato alla giuria anche alcuni brani del compositore aretino Girolamo Bartei

Arezzo, 28 aprile 2014 – È un ritorno a casa vittorioso, quello del coro aretino Vox Cordis dalla Svizzera, dove nei giorni scorsi ha partecipato al 50° International Choral Festival di Montreux riportando risultati importanti: secondo premio nella categoria cori misti; secondo classificato nella categoria voci pari (femminile) e primo premio per la migliore composizione al brano “Canto del Fuoco” del maestro Lorenzo Donati. 

Per il coro diretto dal maestro Donati, unico ensemble italiano ammesso alla gara, si tratta di un’altra bella conferma dei livelli di abilità tecnica e qualità interpretativa raggiunti in questi anni, un biglietto da visita che gli consente di competere ai massimi livelli nei più prestigiosi concorsi internazionali. “Dopo i successi di Cantonigros in Spagna e Tours è per noi una grande soddisfazione e una grande conferma”, sottolinea Donati, classe 1972, violinista e compositore oltre che direttore di coro. Le due formazioni di Vox Cordis, in effetti, si sono lasciati dietro cori di altissimo livello, come quello di Lubiana diretto dal maestro Ambrož Čopi, vera star della polifonia internazionale, più volte presente al concorso polifonico internazionale Guido d’Arezzo.

La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 26 aprile presso l’Auditorium Stravinski di Montreux. Il coro aretino ha dunque conquistato il secondo premio nella classifica dei cori misti dietro ai coreani del Gracias Choir, mentre il terzo premio è stato assegnato ex aequo al coro sloveno del Conservatorio di Lubiana e agli indonesiani del PSM IPB Agria Swara. Nella categoria voci pari, il coro femminile Vox Cordis si è piazzato al secondo posto dietro alle slovene del Carmen Manet; terze le svizzere dell’ensemble Callhiroé di Losanna. 

Nel programma presentato in concorso dal Vox Cordis, oltre ai brani obbligatori come  «Ich hebe meine Augen auf» di Albert Becker (voci miste), e l’«Ave Maria» di Gustav Holst (voci pari), Donati ha voluto inserire anche un omaggio alla musica aretina portando il Kyrie ed il Gloria di Girolamo Bartei, compositore nato ad Arezzo intorno al 1560. Ha poi aggiunto un brano firmato da lui stesso, il “Canto del Fuoco”, che ha stregato la giuria al punto da ottenere il premio speciale come migliore composizione. 

 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0