Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Aritmie: pensieri e parole con Katia Ricciarelli e poi al Teatro Tenda con “Altro da me…” (Ingresso gratuito)

Aritmie: pensieri e parole con Katia Ricciarelli e poi al Teatro Tenda con “Altro da me…” (Ingresso gratuito)

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Aritmie: pensieri e parole con Katia Ricciarelli e poi al Teatro Tenda con “Altro da me…” (Ingresso gratuito)

Lo spettacolo ha debuttato anno scorso alla Versiliana. Assicurazioni acustiche ed estetiche sul Teatro Tenda dal direttore delle attività teatrali del Comune di Arezzo, Andrea Biagiotti: “è il primo grande spettacolo vero che la struttura ospita”.

 

 

Il soprano Katia Ricciarelli non sarà protagonista solo dello spettacolo gratuito al Teatro Tenda – “Altro da me…” giovedì 3 aprile alle 21,15 – ma sarà ospite anche dell’appuntamento di “Aritmie – Pensieri e Parole” che si terrà alle 17 al Circolo Artistico in Corso Italia.

Tema dell’incontro sarà “Il Sogno”. Interverranno: Paolo Torrisi, storico dell’arte e ricercatore dell’Università di Siena; i musicisti del Rasenna Brass Quintet, con “Volare” di Domenico Modugno e altre composizioni inerenti al tema del Sogno, il tenore Marco Rencinai e la pianista Tatiana Gorbunova, il pianista Carlo Alberto Neri con il suo “Dream”, gli attori Valeria Gudini e Andrea Biagiotti, Federico Batini, ricercatore presso l’Università di Perugia e Anselmo Grotti, preside del Liceo Scientifico e Linguistico di Arezzo. Ospite, come detto, Katia Ricciarelli. Conduce Gianni Brunacci. Ingresso libero.

Artista d’eccezione al Teatro Tenda giovedì 3 aprile alle 21,15: Katia Ricciarelli, insieme a Francesco Zingariello, propone “Altro da me…”, lo spettacolo di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime per la regia di Marco Mattolini e le coreografie di Gloria Pomardi. Musiche originali e arrangiamenti Walter Sivilotti, luci Iuraj Saleri, scene e costumi Francesca Linchi. Corpo di ballo d’eccezione con Simona de Nittis e Sebastiano Andrea Meli mentre le musiche saranno eseguite dalla ensemble Il canto della vita. Una produzione KR production.

L'assessore alla cultura Pasquale Macrì: “in occasione del concerto di Natale, Katia Ricciarelli aveva promesso di portare ad Arezzo questa sorta di musical, interessante per vari motivi: intanto il titolo che rievoca l'aria 'Di che gelida manina' dalla Boheme di Puccini. Poi, è il racconto insieme di una diva e di un'antidiva, oggi personaggio pop che ha festeggiato i 40 anni di carriera. Con Pupi Avati è entrata con successo nel mondo del cinema, frequenti, come noto al pubblico, le sue partecipazioni televisive”.

In collegamento telefonico Katia Riccieralli: “questa commedia musicale è intervallata da tante musiche, fatti della mia vita, canzoni fondamentali per la mia carriera. Ci sono sentimenti materni, amori... è sempre difficile parlare di se stessi ma lo faccio con tanta ironia e leggerezza. Sono innamorata di Arezzo, spero che mi dia il là per portare lo spettacolo nei teatri della Toscana. Ho avuto la fortuna di avere lavorato con Costanzo e Vaime e devo dire che insieme fanno una grande coppia”.

Lo spettacolo ha debuttato anno scorso alla Versiliana. Assicurazioni acustiche ed estetiche sul Teatro Tenda dal direttore delle attività teatrali del Comune di Arezzo, Andrea Biagiotti: “è il primo grande spettacolo vero che la struttura ospita”.

Katia Ricciarelli si racconta a un giovane tenore che è venuto a farsi ascoltare per lo spettacolo che si sta allestendo. Superando diffidenze e divismi, gli racconta della sua vita, della sua arte, dei suoi amori, con grazia e schiettezza, ironia e competenza, distacco e passione. Cantano insieme, attingendo ai generi più disparati. Il tenore, di cui Katia Ricciarelli continuerà a sbagliare il nome di battesimo, godrà assieme a lei della “complicità” di uno spiritoso ed eclettico ensemble musicale. Uno spettacolo ricco di toni e atmosfere variegate. Ingresso gratuito
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00