Prima Pagina | Arte e cultura | Zygmunt Bauman: il ricevimento nella sala di Consiglio Comunale e venerdì 28 marzo all’Università

Zygmunt Bauman: il ricevimento nella sala di Consiglio Comunale e venerdì 28 marzo all’Università

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Zygmunt Bauman: il ricevimento nella sala di Consiglio Comunale e venerdì 28 marzo all’Università

 

 

 

Un ospite di straordinario prestigio: Zygmunt Bauman, ad Arezzo per una serie di incontri e lezioni che culmineranno negli eventi all’Università e al Teatro Tenda. Alle 11 di venerdì 28 marzo, il sociologo verrà ricevuto nella sala di Consiglio Comunale dal sindaco di Arezzo Giuseppe Fanfani.

Presenti anche l’assessore alla cultura Pasquale Macrì e gli altri partner del progetto Aritmie: Loretta Fabbri, direttore del Dipartimento di scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena, il presidente dell’Accademia Petrarca, Giulio Firpo, il presidente della Biblioteca città di Arezzo, Sandra Rogialli, il primo rettore della Fraternita dei laici, Liletta Fornasari, e Valeria Gudini in rappresentanza della Fondazione Guido d’Arezzo.

...e venerdì 28 marzo all’Università

Il grande sociologo terrà una lezione magistrale dal titolo “Living in Times of Interregnum” nell’ambito della rassegna “Aritmie”, promossa dal Comune in collaborazione con il Dipartimento di Arezzo dell’Università di Siena

Il sociologo Zygmunt Bauman sarà venerdì 28 marzo alle ore 17 ad Arezzo, presso la sede dell’Università di Siena (viale Cittadini), per una lezione magistrale dal titolo “Living in Times of Interregnum”. Sarà un momento importante per riflettere sul nostro tempo e sulla nostra società con uno dei maggiori interpreti del mondo contemporaneo. L'intervento del grande sociologo polacco seguirà il filone dei suoi studi recenti dui temi dell'Europa.

L’incontro con Bauman al campus universitario del Pionta è il primo del ciclo “All’ombra di Minerva”, segmento del progetto culturale “Aritmie”, promosso dal Comune di Arezzo in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena e alcune istituzioni aretine.

Al primo incontro con Bauman nella città di Arezzo (sabato alle 10 incontrerà gli studenti delle scuole al Teatro tenda e seguiranno poi altri appuntamenti fino alla domenica mattina) parteciperanno il rettore dell’Università di Siena Angelo Riccaboni, il direttore del Dipartimento universitario di Arezzo Loretta Fabbri, il sindaco di Arezzo Giuseppe Fanfani, l’assessore comunale Francesco Macrì e lo storico della filosofia Ferdinando Abbri.

 

Gli appuntamenti “All’ombra di Minerva”, nell’ambito della rassegna “Aritmie”, proseguiranno nelle prossime settimane con alcuni filosofi chiamati a parlare di temi legati alla contemporaneità e alla vita quotidiana: Francesca Rigotti, impegnata in una serrata analisi del rapporto tra onestà e politica; (11-13 aprile); Giuliano Campioni, uno dei maggiori studiosi di Nietzsche del nostro tempo, che affronta il tema del nichilismo (9-11 maggio); Carlo Sini, fenomenologo, che rifletterà sul destino della filosofia e del pensiero ai giorni nostri (30 maggio-1°giugno).

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0