Prima Pagina | Politica società diritti | Nota sindacale in merito alle dichiarazioni della Comandante la P.M.

Nota sindacale in merito alle dichiarazioni della Comandante la P.M.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Nota sindacale in merito alle dichiarazioni della Comandante la P.M.

Come sigla sindacale ci preme sottolineare, con profondo rammarico, la NON corrispondenza alla realtà nelle dichiarazioni rese dalla C.te Meloncelli nell’intervista rilasciata all’emittente Teletruria.

L’affermazione che “ a seguito della derattizzazione la situazione della presenza di ratti è risolta” è facilmente contestabile in quanto esistono scatti fotografici  dopo la derattizzazione stessa (con data , ora  e visione dei luoghi), nonché  testimonianze personali degli Agenti ed Ufficiali che comprovano in maniera inequivocabile la presenza di roditori  morti/vivi  all’interno del Comando della PM (Uffici, spogliatoi, corridoi ecc), rendendo estremamente genuine le dichiarazioni rese in Conferenza Stampa dai delegati sindacali e contenute nello Stato di agitazione.

Le spese elencate nell’intervista, contenute nel foglio consegnato alle OO.SS.  il giorno precedente, sono frutto, a nostro avviso, NON di una programmazione frutto di un’analisi preventiva e di uno studio di fattibilità, come viene richiesto a qualsiasi manager aziendale; bensì sono, nella maggioranza, interventi effettuati a seguito di numerose proteste, regolarmente scritte e protocollate, fatte dalle OO.SS. sindacali negli ultimi anni agli organismi competenti .

Per quello che riguarda la sicurezza dei locali adibiti a sede del Comando di P.M., tanto per citare un’altra inesattezza, si deve “ringraziare” un video amatoriale (anonimo) che denunciava l’accessibilità dei suddetti locali senza il minimo controllo.

Tutto questo per rimarcare che la correttezza nelle relazioni tra le parti passa anche, o soprattutto, attraverso una corretta informazione agli organi di stampa.

Lo “spaccio” di notizie propagandistiche, oltre che alle relazioni sindacali, nuoce in primo luogo alla dignità, oltre che al portafoglio, dei cittadini contribuenti, che riteniamo essere i “datori morali di lavoro” sia degli Agenti ed Ufficiali della P.M. nonché di un cospicuo numero di dirigenti profumatamente pagati!

Cogliamo ancora una volta l’occasione per proporre all’Amministrazione Comunale attraverso i propri Organi, di dibattere i temi della sicurezza urbana, sicurezza stradale e controllo del territorio da parte della P.M. di Arezzo, in trasmissioni televisive  (le quali saranno ben liete di organizzare tali dibattiti) che vedano la presenza anche della RSU, delle Organizzazioni sindacali, delle Associazioni dei consumatori/cittadini, dei  componenti i gruppi politici del Consiglio Comunale ecc. Questo per dare la possibilità concreta alla cittadinanza di essere protagonista della Sicurezza partecipata della Città di Arezzo.

 

 Crediamo che questa sia una risposta estremamente moderna che i sindacati possano dare!   

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0