Prima Pagina | Lo Sport | Tappa aretina della Tirreno – Adriatico, gli auguri di Alfredo Martini

Tappa aretina della Tirreno – Adriatico, gli auguri di Alfredo Martini

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Tappa aretina della Tirreno – Adriatico, gli auguri di Alfredo Martini

Arrivo ad Arezzo il 14 marzo. Il giorno successivo partenza da Indicatore

 

Il saluto e l’augurio sono venuti da Alfredo Martini che oggi compie 93 anni.  Intervento telefonico in conferenza stampa per esprimere la sua soddisfazione per la tappa aretina della Tirreno – Adriatico: “solo uno come Pasquale Morini può essere sempre in prima fila con la sua grande passione per il ciclismo”. Il già Direttore tecnico della nazionale azzurra e cittadino onorario del Comune e della Provincia di Arezzo ha fatto gli auguri a quello che l’assessore Francesco Romizi ha definito “l’evento sportivo dell’anno” per la città: l’arrivo della terza tappa della Tirreno – Adriatico ad Arezzo il 14 marzo.

Partenza da Cascina e arrivo ad Arezzo, in via Ricasoli, provenendo dalla strada 69 del Valdarno e con un circuito cittadino che verrà ripetuto tre volte.

“Raramente – ha detto il Sindaco Giuseppe Fanfani – ho visto un arrivo di tappa così bello e in un luogo così suggestivo. Ringrazio Rcs, Marconi arredamenti e in particolare Pasquale Morini; la Provincia e l’Ufficio scolastico territoriale. Il 14 marzo avremo un evento unico per tutti coloro che amano questo sport”. Una valutazione condivisa dal Presidente della Provincia, Roberto Vasai: “un arrivo di tappa nel centro della città riesce ad unire sport e promozione del territorio”. E dal Presidente del Coni, Giorgio Cerbai: “il ciclismo riesce ad essere anche un grande fattore di aggregazione. Alla partenza della nuova tappa, il giorno dopo da Indicatore, ci saranno atleti di altre discipline sportive mentre all’arrivo in via Ricasoli saranno presenti anche le scuole”. Che, insieme alle istituzioni locali, hanno messo in programma un concorso legato ovviamente non solo a questa corsa ma all’uso della bicicletta. Elisabetta Villa, dell’Ufficio scolastico territoriale: “già tre scuole hanno aderito al concorso che ha per tema la bicicletta, un oggetto da sempre presente nella fantasia e nel gioco dei bambini”.

Pasquale Morini, della Marconi Arredamenti, che sta curando l’organizzazione dell’arrivo e della successiva partenza di tappa, ha ringraziato tutti coloro che si sono stretti attorno alla corsa ed ha ricordato che alla Tirreno – Adriatico di quest’anno parteciperanno tutti i più importanti atleti con l’eccezione di Nibala che sarà impegnato nella Parigi – Nizza che si corre in contemporanea. E ci saranno tutti i vincitori delle ultime cinque edizioni del Tour de France.

Un ringraziamento generale è andato a Pilade Nofri nella sua triplice veste di appassionato di ciclismo, di collaboratore di Morini e di consigliere comunale.

Il percorso in città

Da Ponte a Chiani i ciclisti percorreranno via Calamandrei fino alla rotatoria della Maestà di Giannino, poi svolteranno a sinistra in via Fratelli Lebole e, in fondo al cavalcavia, a destra in via Salvemini per poi entrare nell’ultimo tratto del raccordo autostradale. Da qui proseguiranno in via dei Carabinieri e via Baldaccio d’Anghiari (occupando solo la corsia lato parcheggio Baldaccio) e svolteranno a sinistra in via del Rossellino, via  Varchi, via Dovizi. Poi a destra nella rotatoria Mochi verso San Clemente, via Padre Caprara in senso contrario di marcia, via Sassoverde, via Ricasoli, via Buozzi, via Sangallo, via Matteotti, via Signorelli, via Giotto, via Simone Martini e saliranno nella strada 73 (Due Mari) fino a via Fratelli Rosselli, viale don Minzoni, via Fiorentina e strada 69 del Valdarno fino a Indicatore. Da qui rientreranno nel circuito cittadino che imboccheranno dal raccordo all’altezza di via dei Carabinieri. Il circuito verrà percorso per tre volte fino all’arrivo in via Ricasoli.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0