Prima Pagina | Cronaca | Frane in tutta la provincia a causa del maltempo. Molte le strade chiuse

Frane in tutta la provincia a causa del maltempo. Molte le strade chiuse

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La situazione dell'Arno a Firenze questa mattina. Foto di Massimo Lensi La situazione dell'Arno a Firenze questa mattina. Foto di Massimo Lensi

La situazione più critica in Casentino e in Valdarno, tecnici e operai al lavoro per ripristinare la circolazione e monitorare la situazione

 

 

Prosegue fino alla mezzanotte di oggi, martedì 11 febbraio, l'allerta meteo in tutto il territorio provinciale e, di conseguenza, anche il lavoro del Centro Situazioni della Protezione Civile provinciale e quella della Sala di Piena, dalla quale comunque si segnala che i corsi d'acqua sono in costante e lento calo.

Molte le criticità che coinvolgono la viabilità su tutto il territorio, che elenchiamo partendo dalla situazione delle strade provinciali che vede la chiusura per frana al Km 2+700 della Sp 12 di Santa Lucia nel Comune di San Giovanni Valdarno in località Uzzano.

Si segnalano sensi unici alternati a causa di frane nelle SP 62 Alto Corsalone al Km 2+600 nel Comune di Bibbiena, nella Sr 71 al Km 188+300 in località Ponte Bifolco, sempre nel Comune di Bibbiena e sulla Sp 64 di Ortignano al km 2+000.

Movimenti franosi delle scarpate stradali anche lungo la Sp 57 di Catenaia aI Km. 4+000 e Km. 5+000 e sulla Sp 58 della Zenna al Km. 4+200, sulle quali il personale del servizio viabilità è al lavoro per la messa in sicurezza. Restano inoltre chiuse le strade provinciali Sp 67 di Camaldoli al km 18+050, Sp 74 di Scarpaccia al km 1+300 e Sp 60 di Chitignano al km 8+300 a causa delle frane già segnalate ieri.

Vediamo ora la situazione dei Comuni, con numerosi problemi nel territorio di Loro Ciuffenna dove sulla strada Comunale di Modine, in località Mulinaccio è in atto il cedimento della scarpata a valle della strada per cui è stato necessario istituire il restringimento della carreggiata ed il solo transito dei mezzi ordinari; sulla strada Comunale della Trappola in località Avanella è in atto un movimento franoso a valle della strada che ha causato l'avvallamento della strada comunale, con limitazione del transito ai mezzi ordinari, e sulla strada Comunale dell'Anciolina in località Chiassaia è in atto il cedimento della scarpata a valle della strada per cui è stato necessario istituire il restringimento della carreggiata e limitare il transito ai mezzi ordinari.

Sono in corso valutazioni e monitoraggi per pianificare gli interventi da poter attivare. A Cavriglia segnalati allagamenti su strade comunali e vicinali con smottamenti di entità media in località Percussente (strada che unisce la frazione di Neri a Castenuovo dei Sabbioni), in località Vacchereccia, Malpasso e Masseto, tutte provocate dalle intense precipitazioni di ieri.

Nel Comune di Montevarchi si è innescata una frana nella scarpata della strada Comunale di Valdilago, con un movimento che ha interessato la banchina stradale, inclusa la recinzione in pali di castagno che contrassegnava il limite della carreggiata.

Ulteriori smottamenti provenienti dal versante superiore sono stati sgombrati mediante ditta specializzata ed al momento la sede stradale risulta libera. Avviato il monitoraggio geologico da parte dei tecnici del Comune, che non esclude in caso di aggravamento la chiusura al transito del tratto in questione che risulta essere l’unico accesso per la località Case Monti.

Segnalato inoltre lo scivolamento superficiale nel versante sud della collina di Ricasoli, con la frana che ha un piede di circa 25 metri la cui corona apicale interessa il resede di un’abitazione privata. La ricognizione da parte del consulente geologico e del progettista delle opere ha escluso allo stato attuale l’interessamento degli edifici limitrofi. Persiste comunque il monitoraggio mediante l’intervento degli specialisti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze.

Due ulteriori scivolamenti superficiali hanno interessato la via di Moncioni nel tratto Monte Mutati - Le Selici. La strada è stata chiusa allo scopo di consentire la rimozione del materiale che si è depositato sulla sede stradale.

In Casentino sono attualmente in corso le verifiche da parte dei tecnici dell'Unione dei Comuni per la frana in località Le Motte, nel Comune di Talla, su viabilità privata con possibile isolamento di due nuclei familiari e rischio di interessamento del Fosso Le Motte e della strada comunale di Bicciano, posti a valle della frana stessa, e sulla viabilità di Casoli.

A Castel San Niccolò segnalata una profonda erosione di sponda sul fiume Arno in sinistra idrogeologica a valle del ponte della SR70 (zona River Piper), mentre nel Comune di Subbiano in località La Piaggia nella strada comunale è in corso una frana in prossimità di due frane verificatesi nelle passate settimane con abbassamento di un lato della carreggiata, nella quale il Comune ha istituito un senso unico alternato e delimitato la zone, e nel Comune di Capolona a causa delle copiose precipitazioni nella serata di ieri, in località Castelluccio si è verificato uno smottamento che ha interessato un’abitazione. Sono in corso gli accertamenti da parte dei tecnici comunali.

In Valdichiana, infine, nel Comune di Foiano sono segnalati allagamenti su alcune strade comunali e vicinali sulle quali permane la non transitabilità per il notevole accumulo di acqua sulla sede stradale. Il Comune ha installato apposita segnaletica e sta provvedendo al ripristino della percorribilità.

STATO DI ALLERTA, MA NESSUNA EVACUAZIONE DI PERSONE NEL COMUNE DI LATERINA (Precisazione di Provincia di Arezzo e Comune di Laterina: attivate le procedure, ma non è stato necessario l'intervento)

In seguito alle notizie diffuse in queste ore, Provincia di Arezzo e Comune di Laterina precisano che non c'è stata alcuna evacuazione di persone a seguito delle piogge e dello scarico di acqua dalla diga della Penna. Il piano di evacuazione era stato predisposto, così come previsto in questi casi, e le famiglie residenti nella zona interessata, in via Vecchia Aretina in riva destra dell'Arno, erano state allertate. Si tratta di 7-8 abitazioni, per un totale di circa 40 persone che sarebbero state ospitate in una struttura pubblica già predisposta. Lo stato di allerta che fa scattare l'evacuazione non si è però verificato e, dopo un attento monitoraggio proseguito fino a tarda notte, non c'è stata necessità di procedere all'operazione, per la quale erano pronte a intervenire anche le associazioni di volontariato di protezione civile del territorio.

 

 
 Le modifiche ai servizi pubblici di trasporto

A causa di una frana è stata chiusa al transito la S.P. 12 di Santa Lucia tra San Giovanni Valdarno e Cavriglia, all'altezza del km 2+900. Pertanto, da oggi (11 febbraio) e fino alla riapertura della strada, gli autobus sulla direttrice Cavriglia-Santa Lucia-Montevarchi saranno interessati da alcune modifiche dei percorsi.

In particolare, le corse provenienti da Cavriglia per Santa Lucia-Montevarchi transiteranno da Cavriglia e percorreranno la S.P. 12 fino a Santa Lucia tabernacolo: qui effettueranno inversione di marcia e passeranno per Cavriglia, via Chiantigiana, Montevarchi.

Le corse provenienti da Montevarchi per Santa Lucia-Cavriglia percorreranno via Chiantigiana fino a Cavriglia, S.P. 12 fino a Santa Lucia tabernacolo, faranno inversione di marcia e si dirigeranno a Cavriglia.

Infine, le corse provenienti da San Giovanni Valdarno - cimitero per Santa Lucia - Cavriglia

Transiteranno da Vacchereccia fino a Cavriglia, S.P. 12 fino a Santa Lucia tabernacolo per poi invertire il senso di marcia e dirigersi a Cavriglia.

 


  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0