Prima Pagina | Politica società diritti | Giornata del Migrante 2013, le iniziative

Giornata del Migrante 2013, le iniziative

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Giornata del Migrante 2013, le iniziative

Appuntamento mercoledì 18 dicembre alla Casa delle Culture

 

 

Impegni per il sistema di accoglienza Sprar, un doppio evento cinematografico, una mostra e uno spettacolo: sono i progetti e le iniziative che caratterizzano la Giornata del Migrante 2013, organizzate da Comune di Arezzo, Arci, Anci, Ministero dell’Interno presso la Casa delle Culture mercoledì 18 dicembre. Con un appuntamento anche domenica 22 dicembre.

La presentano l’assessore all’integrazione del Comune di Arezzo Stefania Magi, il vice presidente della Provincia Mirella Ricci, i Sindaci, amministratori e rappresentanti dei Comuni del territorio provinciale che aderiscono al progetto Sprar, finalizzato all’ampliamento del sistema di accoglienza finanziato dal Ministero Interni di cui il Comune di Arezzo è capofila.

Insieme a loro la Presidente Arci Elisa Viti,  il  responsabile settore migranti Arci Tito Anisuzzaman e Silvia Martini dell’associazione No Mad.

“Una giornata con una duplice dedica: ai migranti del nostro territorio e ai richiedenti asilo e rifugiati – sottolinea l’assessore comunale Stefania Magi. Sono persone che hanno vite simili nella loro fatica anche se sono diverse le motivazioni che li spingono a intraprendere il viaggio verso altri paesi. C’è chi migra per avere una vita migliore e chi scappa da situazioni che li mettono in pericolo di vita. Grazie al progetto Sprar abbiamo potuto rafforzare la rete provinciale per un’accoglienza strutturata e più efficace. Il territorio provinciale accoglie al momento 20 rifugiati e ha dato al Ministero disponibilità di arrivare fino a 50”.

Della rete provinciale del progetto Sprar fanno parte anche altre istituzioni e associazioni: la Asl per gli aspetti sanitari di assistenza e la Provincia per la formazione.

Lo ricorda la Vice Presidente della Provincia Mirella Ricci: “ Sprar è un progetto attivo dal 2008 e ormai consolidato nel nostro territorio. E’ uno strumento importante non solo per gestire le emergenze ma soprattutto per offrire ai rifugiati un progetto di vita con l’inserimento nelle comunità locali. Abbiamo una macchina rodata e una forte sinergia”.

L’assessore Magi ha poi ricordato i Comuni partner di Sprar: Montevarchi, Bucine, Cortona, Sansepolcro. Bibbiena e Unione Comuni del Casentino.

Il Sindaco di Bucine Sauro Testi: “ i rifugiati che abbiamo accolto nel nostro territorio hanno trovato un percorso di cittadinanza in assoluta normalità, nessuno ha colto differenze a dimostrazione che questo progetto rappresenta un’idea vincente e adotta buone metodologie”.

Il Vice Sindaco di Sansepolcro Andrea Laurenzi: “vogliamo che la città si accorga e partecipi a questo progetto. E’ un piccolo esperimento di comunità grazie anche alla rete che si è creata con le associazioni di volontariato, sportive e culturali della città che sono ottimi veicoli di integrazione”.

Il Vice Sindaco di Cortona Francesca Basanieri: “ abbiamo un territorio accogliente non solo per la disponibilità fisica di posti ma anche e soprattutto per la cultura dell’accoglienza. La scuola è un luogo importante per costruire l’integrazione. Le storie semplici e avventurose raccontante da piccoli migranti, fanno cambiare ottica”.

Presente per l’Unione dei Comuni del casentino Daniela Nocentini che conferma la validità dell’esperienza nel territorio.

Tra le associazioni che hanno collaborato all’organizzazione della Giornata del Migrante c’è anche l’Arci. Afferma la Presidente Elisa Viti “ non è facile in questo periodo farsi promotori di progetti come questo che puntano ad accogliere, integrare e far conoscere storie e diversità”.

E il  responsabile settore migranti Arci Tito Anisuzzaman ricorda la doppia proiezione del docu-film “Benvenuti in Italia” con le scuole superiori di Arezzo alle 10 e aperta al pubblico di sera. Alle 19,30 la pellicola sarà presentata dal regista Zakaria Mohamed Ali di archivio memorie migranti e, dopo il buffet,  alle 21 ci sarà la proiezione. Il docu-film è un lavoro congiunto fra Zakaria Mohamed Ali e Aluk Amiri, Hamed Dera, Hevi Dilara e Dagmawi Ymer.

Silvia Martini dell’associazione No Mad parla invece delle altre due iniziative organizzate per il 18 e il 22 dicembre: la mostra fotografica “ConCittadini” con gli scatti di Luigi Burroni aperta dal 18 al 21 dicembre dalle 18 alle 20 e  il 22 dicembre dalle 15 alle 20.

Il 22 dicembre dalle 15 alle 19 c’è poi lo spettacolo “Voci Migranti One for One”, nato da un’esperienza fatta presso la Casa delle Culture. Uno spettacolo singolare che mette in relazione per cinque minuti ogni singolo spettatore con gli ‘attori’. La partecipazione è gratuita prenotandosi ai numeri 0575/1820242 o 3471005920.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0