Prima Pagina | L'opinione | Il Patacca

Il Patacca

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Patacca

Prosegue l'affascinante viaggio nel mondo dell'evoluzionismo darwiniano

 

 

In tutti i gruppi umani in fondo alla catena alimentare, sta il Patacca.

Il Patacca è inopportuno, maldestro, ingenuo e sprovveduto.

In genere umile e remissivo, decide di fare il prepotente con un maestro di arti marziali che gli mischia le ossa, prudente e accorto, distrugge l'automobile contro un faggio alla prima di 72 rate, casto e morigerato contrae fastidiosissime malattie uro-genitali alla prima avventuretta extra-coniugale. "Sei proprio un Patacca!" esclama il gruppo di pari al racconto delle sue disavventure.

Il Patacca nasce in ambienti iper-protettivi in genere dominati da femmine castratrici che egli cerca disperatamente di compiacere, senza comprendere che loro lo hanno programmato per devastare il campo avverso.

Cresce inconsapevole del suo ruolo di vittima sacrificale, entrando in feste a cui non è stato invitato, partecipando a competizioni da cui è stato escluso, innamorandosi perdutamente di soggetti che lo ignorano.

Compensa le frustrazioni in genere mangiando come un orso al risveglio e coltivando interessi specialistici con tenacia zen.

E' socievole e di buon cuore ma sogna genocidi di massa.

 

Il Patacca difficilmente si riproduce ed è oggetto di spietate cacce all'uomo da parte di adolescenti in branco, che ne avvertono la pericolosità: ognuno di loro è, è stato o sarà un patacca.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0