Prima Pagina | Lettere alla redazione | LA LENTEZZA (BELLEZZA) DELLA DEMOCRAZIA!

LA LENTEZZA (BELLEZZA) DELLA DEMOCRAZIA!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
LA LENTEZZA (BELLEZZA) DELLA DEMOCRAZIA!

 

 

Il 22 Settembre 2013 (due mesi fa! ) si sono svolte le elezioni federali tedesche, come tutti sanno la schiacciante vittoria con il 42% dei consensi è andato al partito della Cdu/Csu della cancelliera uscente Angela Merkel. Il partito Socialdemocratico (secondo classificato) ha ottenuto il 25% dei consensi.

Il flop elettorale degli storici alleati Liberali della Cdu/Csu ha fatto si che il numero dei seggi ottenuti dai democristiani non sia stato sufficiente a garantire una maggioranza del 50%+1 dei seggi nel Parlamento teutonico.

Dopo pochi giorni è iniziata una lunga e seria trattativa che vede ancora oggi coinvolti i due grandi partiti, con il concepimento della Grosse Koalition. Nel frattempo la borsa tedesca pochi giorni fa ha stabilito il nuovo record storico, e l'indice di Francoforte si avvia a chiudere l'anno con un lusinghiero (attualmente) + 20%. La trattativa in corso tra i due Partiti è puntualmente registrata da degli "Informatori" che in maniera pignola e precisa spulciano ogni qualsiasi punto dell'accordo e proferiscono dichiarazioni all'opinione pubblica. Gli attori principali sono chiusi in una sorta di mutismo che rende tutto ciò quasi simile ad un una sorta di Conclave.

L'ostacolo principale all'accordo sta nel fatto che nell' ultima Grosse Koalition (Periodo 2005/2009), il Partito Socialdemocratico è uscito malconcio elettoralmente da questa formula politica. Per questo motivo, alla fine di questo vertice tra i Partiti, si terrà un referendum tra gli iscritti della Sinistra tedesca, che in caso affermativo daranno semaforo verde al governo; in caso contrario i due partiti si risiederanno ad un tavolo per ricominciare a trattare come in un meraviglioso gioco dell'oca, sempre immaginiamo, in maniera precisa e puntuale.

Quali sono le proposte della sinistra tedesca? Dopo aver lasciato da parte l'aumento dei sussidi di disoccupazione, gli obbiettivi sono fondalmente 2: 1) una nuova legge sull'immigrazione; cioè il conferimento della doppia cittadinanza per i nati in Germania che frequentano la scuola elementare, tale iniziativa si pone come proseguimento dell'iniziativa già intrapresa qualche anno fa che consisteva nel dare un permesso di soggiorno speciale (18 mesi) per tutti quelli studenti che pur stranieri si laurevano in Germania, in una sorta di reclutamento di giovani talenti.

La Germania attualmente occupa il quart ultimo posto nell'incremento demografico europeo (saldo naturale tra nati e morti), l'Italia è penultima in questa poco lusinghiera classifica e il problema è molto sentito lassù, per continuare a garantire posti di lavoro e  il benessere raggiunto nei prossimi anni.

2) L'introduzione di un salario minimo orario fissato in 8,50 €. Alcuni economisti sostengono che tale iniziativa nelle regioni più povere dell'Est possa essere visto come una sorta di incentivo al lavoro nero visto che in quelle zone, forse, le retribuzioni orarie sono più basse della cifra pattuita nell'accordo e tutto ciò farebbe uscire dal mercato del lavoro un numero non piccolo di lavoratori (contratti a termine o part-time).

Staremo a vedere.

Tutto questo è accaduto negli ultimi due mesi senza che nessun tedesco si scandalizzasse più di tanto e senza che nessun commentatore o politico italiota lodasse "la stabilità tedesca".

I vecchi politici italici abituati a firmare "contratti con gli italiani" sui tavoli televisivi, i nuovi virgulti nostrani abituati a consultare il web "Sennò non mi votano più" stanno tutti zitti. I cosidetti Sindaci d'Italia che propongono l'elezione diretta dell'uomo solo al comando con un parlamento eletto dalle partitocrazie (in una sorta di democrazia in salsa sudamericana, caraibica, o waimeriana a scelta) varie non proferiscono parole anche se tutti i giorni sono abilmente intervistati in tutte le televisioni.

Credo quindi, che i rituali vertici tedeschi, l'allungamento dei tempi, il compromesso possibile rappresentano una sorta di "lentezza della democrazia" che sicuramente porterà a qualcosa di buono.

Deutschland deutschland uber alles.........

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0