Prima Pagina | Lettere alla redazione | Dlin Dlon: un lussoso e costoso intercity per Bologna, è in partenza dal binario 17...

Dlin Dlon: un lussoso e costoso intercity per Bologna, è in partenza dal binario 17...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Dlin Dlon: un lussoso e costoso intercity per Bologna, è in partenza dal binario 17...

Domenica 17 Novembre, Intercity 587 Milano Roma.

A Piacenza sale una ragazza di colore. Mi si mette davanti seduta, chiedendomi se va a Bologna. Ok.

Arriva la Capo Treno. Controlla il biglietto e le dice" Guarda hai sbagliato treno, questo è un Intercity, dovevi prendere il Regionale per S.Ilario"

Lei controbatte" ma a me hanno detto: vai a Bologna centrale"

La Capo Treno, con tono irritato: "Si, ma domanda quando non le sai le cose no??? Adesso devi scendere, pagare il supplemento e prendere l'altro treno" Poi, guardando il cellulare che la ragazza ha in mano, aggiunge "Siccome hai tutte le 'tecnologie' dovresti essere capace a prendere un treno, no???"

La ragazza si alza avvilita, e la segue.

TRE DOMANDA E UNA CONSIDERAZIONE

DOMANDA 1: Se questa ragazza fosse stata, che so, la Simona Ventura, la Ligresti, o un elegante Lady con tailleur e borsa di Prada, si sarebbe rivolta la Signora Capotreno a lei dandogli del "tu" e con quei toni?

DOMANDA 2 : Siccome avrà sbagliato certo, ma bastava dire " Guardi ha sbagliato treno, deve scendere alla prossima e prendere il regionale, se no le faccio pagare il supplemento e il Regionale lo prende da Bologna" magari gentilmente, qual'è il VERO problema mi chiedo? Il biglietto o il fatto che questa ragazza FOSSE NERA?

DOMANDA 3: A parte il fatto che esiste un REGOLAMENTO DI COMPORTAMENTO AL PUBBLICO PER I PUBBLICI UFFICIALI, vuole provarci questa Grande Capotreno ad andare a prendere un treno in Congo, per esempio, e vediamo quanto è brava a non sbagliare, anche in considerazione del casino che fa Trenitalia tra orari, binari eccetera cambiati di continuo all'ultimo secondo?

CONSIDERAZIONE.

Siccome le mie conclusioni sono ovvie, e siccome la Civilissima ed Occidentale Capotreno non si è accorta che L'Intercity era non da Congo ma da foresta dell'Amazzonia, un'immondezzaio ambulante con bagni inaccessibili e l'unico aperto con stronzi galleggianti fino a mezza scarpa, per prezzi da rapina, la miglior cosa che poteva fare era vergognarsi in nome di Trenitalia

CONCLUSIONE

 

Io non ho reagito. Strano, non è da me. Perché se avessi dovuto reagire, mi dispiace che non mi vengono e non sono capace di farli, ma le avrei sparato in faccia un bel rutto alla Fantozzi… 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0