Prima Pagina | Politica società diritti | NESSUN CASO DI DOPING IN GIOSTRA

NESSUN CASO DI DOPING IN GIOSTRA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
NESSUN CASO DI DOPING IN GIOSTRA

Arrivata la conferma ufficiale a seguito degli accertamenti supplementari



Niente doping in Giostra. Gli accertamenti supplementari hanno assicurato che il cavallo per il quale era stata eseguita una ulteriore verifica ematica, “non era  sotto l'azione terapeutica di molecole estranee all’organismo” in occasione della 126esima edizione della Giostra del Saracino.
Espresso quindi il “giudizio di non sanzionabilità” a dimostrazione della serietà e correttezza dei giostratori e dei quartieri che puntualmente sono scesi in lizza domenica 1 settembre nel rispetto del “Protocollo sulla tutela e sul benessere del cavallo”.
L’Istituzione Giostra del Saracino evidenzia che il giudizio espresso arriva al termine di scrupolose analisi. Il giudizio di negatività infatti è stato emesso dopo la verifica quantitativa, seguita a quella qualitativa, effettuata sia sul campione pre gara che su quello post gara, e si basa su dati analitici oggettivi ben definiti, certificati, confrontati con studi di farmacocinetica pubblicati anche su riviste internazionali e non su riflessioni soggettive.
“Una conferma – dichiara Angiolo Agnoluccipresidente dell’Istituzione – di quanto la Giostra del Saracino sia attenta alla questione legata al rispetto, alla tutela e al benessere del cavallo ritenuta una priorità per la buona riuscita di un evento che affonda le origine nel rispetto delle regole cavalleresche. Gli accertamenti supplementari, hanno confermato la buona condotta e il rispetto delle regole da parte dei giostratori oltre ad aver messo in rilievo l’importanza e l’efficacia del protocollo del ‘Benessere del cavallo’adottato dai quartieri per garantire sia la tutela del cavallo e al tempo stesso l’onorabilità e l’immagine di una manifestazione storica fiore all’occhiello della città”.
“È anche per questo motivo – aggiunge Angiolo Agnolucci – che a volte sarebbe preferibile attendere comunicazioni ‘ufficiali’prima di mettere sotto gli occhi dell’opinione pubblica un tema particolarmente delicato per cui è fondamentale un corretto accertamento per non far correre il rischio che sommarie e frammentarie notizie finiscano per gettare ombre sulla Giostra del Saracino, oltre a minare gli equilibri tra quartieri e quartieristi. Tanto più quando di mezzo c’è la professionalità dei giostratori e la credibilità dei quartieri e di un percorso virtuoso intrapreso ormai da anni e del quale l’intera città può andare sicuramente orgogliosa come confermato dalle analisi supplementari il cui esito ci permette di annunciare ‘ufficialmente’che la Giostra è una manifestazione pulita”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0