Prima Pagina | Politica società diritti | Sciopero generale, possibili disagi per i servizi comunali e sanitari locali

Sciopero generale, possibili disagi per i servizi comunali e sanitari locali

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Sciopero generale, possibili disagi per i servizi comunali e sanitari locali

La CISL con CGIL e UIL terrà domani, mercoledì 13 novembre, a partire dalle ore 10.00 in piazza S. Jacopo un presidio con lavoratrici, lavoratori e pensionati

 

Lo sciopero di 4 ore, proclamato dalle segreterie nazionali di Cgil Cisl e Uil, è volto ad  ottenere la revisione della legge di stabilità ed in particolare: meno tasse ai lavoratori ed ai pensionati. Rivalutazione delle pensioni. Difesa contrattuale dei lavoratori del pubblico impiego. Efficienza della spesa pubblica. Reperimento delle risorse obbligando le Amministrazioni a costi standard riducendo il numero di Società pubbliche e degli Enti nonché la riduzione dei componenti degli organi a tutti i livelli di governo così come la l’armonizzazione della tassazione delle rendite finanziarie alla media europea; lotta all’evasione ed all’elusione fiscale, taglio della spesa pubblica improduttiva e dei costi della politica.

Mercoledì 13 novembre sarà sciopero anche dei dipendenti dei servizi pubblici. L’astensione dal lavoro è stata proclamata dalle Segreterie unitarie di CGIL FP, CISL FPS e UIL FPL regionali della Toscana e riguarderà le ultime quattro ore di ogni turno. Per le scuole comunali è già stato reso noto alla famiglie che usufruiscono dei servizi per l’infanzia e al personale che lo sciopero potrà essere effettuato nell’ultima ora di ogni turno.

Poiché l’astensione dal lavoro dei dipendenti che vorranno aderire allo sciopero potrà provocare disagi, si consiglia di telefonare prima di recarsi agli sportelli e agli uffici.  L’Amministrazione garantirà come di consueto i servizi essenziali per i cittadini.

Possibili disservizi anche nel settore sanitario. Garantiti i servizi minimi essenziali e le attività di emergenza-urgenza.

L'Azienda Usl 8 comunica che la confederazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil della Toscana hanno proclamato uno sciopero generale di tutti i lavoratori, pubblici e privati, per le ultime quattro ore di ogni turno di lavoro di domani, mercoledì 13 novembre 2013.

Non essendo possibile quantificare preventivamente l'adesione allo sciopero da parte del personale dei servizi sanitari aretini, l'azienda sanitaria si scusa anticipatamente per gli eventuali disservizi che si dovessero verificare e comunica che è stata data disposizioni affinché vengano comunque assicurate tutte le attività essenziali e le emergenze.

L'attività ambulatoriale programmata, ivi compresa quella di laboratorio, essendo legata alla scelta di aderire allo sciopero da parte di ogni singolo dipendente, resta una incognita. Pertanto, coloro ai quali è stata prenotata una prestazione nel giorno indicato, dovranno comunque recarsi agli ambulatori agli orari stabiliti. Qualora non possano usufruire della prestazione per l’astensione dal lavoro del personale,  dovranno necessariamente ripresentarsi al Cup per chiedere un nuovo appuntamento.

 

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0