Prima Pagina | Politica società diritti | “OUcastica”: raccolta di libri e biciclette lanciata dalla University of Oklahoma

“OUcastica”: raccolta di libri e biciclette lanciata dalla University of Oklahoma

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“OUcastica”: raccolta di libri e biciclette lanciata dalla University of Oklahoma

 

 

“Dopo il successo del ‘Big Toy drive’ dello scorso anno dove moltissimi giochi sono stati raccolti, ripuliti, aggiustati e donati alle scuole materne aretine, adesso la University of Oklahoma in Arezzo ripropone un evento che ha lo scopo di promuovere il senso di cooperazione”. Esordisce così Lucio Bianchi, student services coordinator della University of Oklahoma in Arezzo nel presentare “OUcastica”, patrocinato dal Comune e finalizzato alla raccolta di vecchi libri e biciclette. “Abbiamo in cantiere molte iniziative, quelle dall’impatto più evidente sono il ‘Big Event’ che si tiene in estate in contemporanea con l’equivalente negli Stati Uniti e l’evento autunnale a cui ogni anno cambiamo nome. Lo scorso lo abbiamo dedicato alla raccolta dei giochi, quest’anno ci siamo ispirati a Icastica”.

La raccolta dei materiali usati proseguirà fino a giovedì 7 novembre. I libri saranno raccolti presso il centro studi OUA in Corso Italia 40 e presso l’Informagiovani di Piazza Sant’Agostino mentre le biciclette possono essere portate solo al centro studi tra le 11 e le 15.

“Questa iniziativa – ha commentato Kirk Duclaux direttore del centro studi di Oklahoma University in Arezzo – nasce dallo spirito di servizio verso la città che ci ospita oramai da sei anni. Quando ho optato per Arezzo per creare una sezione della Oklahoma University ho sentito subito di avere scelto bene. I libri in buone condizioni saranno donati alla biblioteca civica e alla sua sezione ragazzi. Le vecchie biciclette saranno aggiustate e rimesse in pista per incoraggiare pratiche di mobilità sostenibile e di rispetto dell’ambiente. Restando nel merito della sostenibilità ambientale, le giornate di raccolta materiali termineranno con le installazioni artistiche di strada che gli studenti posizioneranno in Piazza Sant’Agostino il 7 novembre a partire dalle 16. Tutti sono più che benvenuti a dare il loro contributo”.

A promuovere l’iniziativa c’erano anche le due studentesse Kaitie Holland, che sta laureandosi in Studi Internazionali e sta facendo un tirocinio presso la Casa delle Culture, e Alexa Healey, che studia Storia dell’Arte ed è anche lei tirocinante ma presso il Museo Archeologico Mecenate.

L’assessore alle politiche giovanili del Comune di Arezzo Francesco Romizi: “intanto colgo l’occasione per ringraziare gli operatori di Informagiovani, il luogo che ospita questa conferenza stampa e dove giornalmente si elaborano idee e si sperimentano collaborazioni. Una di queste è con la Oklahoma University, una realtà che si è sedimentata nel nostro territorio e che da questa sedimentazione ha tratto spunto per proficue e continue relazioni”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0