Prima Pagina | Politica società diritti | Gli abitanti di Frassineto attendono risposte dal Comune

Gli abitanti di Frassineto attendono risposte dal Comune

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Gli abitanti di Frassineto attendono risposte dal Comune

Il consigliere Scatizzi ha chiesto chiarimenti sull'abbandono dell'area sportiva della frazione. Il Comune aveva promesso una nuova struttura: i residenti affronteranno il problema lunedì 21 ottobre

 

 

AREZZO – L'area sportiva di Frassineto langue in uno stato d'abbandono. Fino a qualche anno fa la piccola frazione, situata nel cuore della Valdichiana, godeva di uno degli impianti più attrezzati della zona, utilizzato in passato anche dalla Sansovino e dagli Arieti Rugby, offriva due campi da calcio, uno da pallavolo, spogliatoi, cucina e stand per cene e sagre. Alcune strutture tuttavia, non rispondevano ai criteri normativi richiesti, perciò l'amministrazione comunale nel 2011 si impegnò con la locale polisportiva a costruire un nuovo impianto e a sostenere le spese in cambio dell'acquisizione della proprietà. Tale progetto fu inserito nel programma triennale delle opere pubbliche 2011-2013 ma, dopo oltre due anni, le vecchie strutture sono state demolite e i nuovi lavori non sono ancora cominciati, con l'intera area che oggi versa in uno stato d'abbandono creando un forte disagio all'intera comunità di Frassineto. Questo problema è emerso nel corso dell'ultimo consiglio comunale in un'interrogazione presentata da Luigi Scatizzi, capogruppo dei Popolari per Arezzo, al sindaco Giuseppe Fanfani e all'assessore ai lavori pubblici Franco Dringoli per avere chiarimenti sui tempi e sulle modalità di avanzamento dei lavori. A muovere la richiesta di Scatizzi sono stati gli stessi residenti di Frassineto che hanno organizzato per lunedì 21 ottobre un incontro pubblico per discutere del recupero dell'area sportiva, ormai diventata inutilizzabile, e del progetto di realizzazione di un nuovo centro sportivo-aggregativo. «Gli abitanti di Frassineto devono avere risposte certe - spiega Andrea Gallorini, presidente dei Popolari per Arezzo. - In vista dell'incontro del 21 ottobre sarebbe doveroso che l'amministrazione fornisse spiegazioni sui motivi dell'abbandono dell'area sportiva e sulle date di avvio dei lavori, prima fissati per il 2011, poi per il 2012 e adesso rimandati al 2014. Ancora una volta assistiamo a un grave disinteresse nei confronti delle frazioni del Comune di Arezzo, sempre più trascurate e lasciate in condizioni di degrado: il nuovo centro polifunzionale di Frassineto è solo un esempio di lavori e di opere mai iniziate ma rimandate di anno in anno».

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00