Prima Pagina | Politica società diritti | L'EMERGENZA CARCERI. Prospettive e soluzioni di un'anomalia tutta italiana: "Il caso Aretino".

L'EMERGENZA CARCERI. Prospettive e soluzioni di un'anomalia tutta italiana: "Il caso Aretino".

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
L'EMERGENZA CARCERI. Prospettive e soluzioni di un'anomalia tutta italiana: "Il caso Aretino".

Il 18 ottobre la Sezione Toscana Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo (LIDU-Toscana, Arezzo ) organizzerà un Convegno dal titolo " L'EMERGENZA CARCERI-Prospettive e soluzioni di un'anomalia tutta italiana: Il caso Aretino".

 

Il Convegno si terrà ad Arezzo alle ore 16,30 presso la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo con la presenza delle autorità cittadine e con il patrocinio della Regione Toscana, dell’Amministrazione Provinciale, Del Comune di Arezzo e dell'Ordine degli Avvocati di Arezzo.

 

I temi relativi al sistema processuale ed a quello penitenziario, alle misure alternative al carcere ed ai suoi percorsi evolutivi, saranno trattati da importanti relatori impegnati nell'Ordinamento Giudiziario toscano ed in quello degli Istituti di Pena regionali e cittadini.

Il convegno è accreditato quale evento formativo per gli avvocati dell'Ordine Forense Aretino.

Il dibattito sarà aperto al contributo di idee dei cittadini ed alla loro augurabile partecipazione. La partecipazione rappresenta un'occasione per affermare l'impegno sui Diritti civili ed umani per il cittadino, conseguente alla storia della L.I.D.U. costituitasi nel 1922 a Parigi.

Il convegno sarà un'occasione per approfondire i temi connessi alla riforma dell'Ordinamento giudiziario, per affermare “ una giustizia giusta”in grado di tutelare l'uguaglianza tra i cittadini, la libertà, la sicurezza nella società. La LIDU è da sempre impegnata al superamento delle anticostituzionali ed "inumane condizioni" esistenti nelle carceri italiane . Condizioni originate da un sovraffollamento anche a causa dei ritardi processuali, dall'uso improprio della carcerazione preventiva, dal mancato uso di altre forme di sconto della pena.

 

In questi giorni si sono concluse la raccolta firme per i referendum radicali. Alcuni di essi vertono sul sistema carcerario. La L.I.D.U. li ha sostenuti; il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 7 ottobre ha inviato un importante appello, si è rivolto al Parlamento per affermare la necessità , l'urgenza d' interventi contro il sovraffollamento, per realizzare i contenuti della riforma dell'Ordinamento, per evitare un pesante giudizio negativo, la condanna della Corte Europea dei diritti dell'Uomo.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0