Prima Pagina | Politica società diritti | La legge di IN-stabilità

La legge di IN-stabilità

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La legge di IN-stabilità

La legge di IN-stabilità continua imperterrita sul solco indegno delle precedenti normative, varate dal Governo Unico delle Larghe Intese (meglio conosciuto come Partito Democratico delle Libertà) del duo “Alfetta”. Assisteremo al colpo di grazia definitivo sulla sanità pubblica, con tagli sostanziali di oltre 2 miliardi di euro; l'IMU sulla 1^ casa cambia semplicemente nome e si chiamerà TRISE (nuovo tributo sui servizi comunali); la cassa integrazione in deroga sarà rifinanziata solo per 600 milioni di euro nel 2014 (a fronte del miliardo necessario); saranno colpiti i disabili gravi che hanno compiuto 65 anni di età, con la compressione del diritto all'indennità di accompagnamento; avremo un ulteriore blocco della contrattazione nel pubblico impiego (alla fine saranno 10 anni senza contratti).

Insomma, l'ennesima manovra da lacrime e sangue a carico dei soliti noti...con la macelleria sociale che non trova ormai più carne viva da tagliare.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00