Prima Pagina | Politica società diritti | I primi tre metri della città : IMMAGINE di AREZZO

I primi tre metri della città : IMMAGINE di AREZZO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I primi tre metri della città : IMMAGINE di AREZZO

I primi tre metri in altezza dal suolo creano l’immagine della nostra città, le emozioni e i ricordi che i turisti portano via da Arezzo.

 

 

I nostri occhi vedono i primi tre metri della città: le strade, le piazze, il verde e l’arredo urbano, la segnaletica, i colori dei palazzi e delle chiese, le scritte vandaliche, i negozi con le loro insegne, lo sporco per terra, i cassonnetti della nettezza urbana, le buche…. e la tanta erba che cresce in ogni luogo!

Camminare oggi per Arezzo vuol dire incontrare più turisti, interessati e desiderosi di conoscere storia e arte, cucina e paesaggio di Arezzo. Vuol dire anche vivere una città “abbandonata”. Non è solo la carenza di soldi nelle casse del Comune. E’ una assenza di gestione quotidiana, avvertita e vissuta dagli Aretini. 

La fonte di Piazza Grande, sporca e abbandonata senza acqua, erba alta davanti alla chiesa di Sant’Ignazio sede di Icastica, struttura di tubi innocenti e assi di legno da anni presente davanti alla chiesa di Santa Maria in Gradi, escrementi di piccioni in ogni strada del centro storico, assenza di fiori in città, in particolare in Piazza Guido Monaco e in Piazza della Stazione, le auto parcheggiate davanti alla scalinata della Cattedrale, è stata vietata la sosta nella piazza del Comune ma i Vigili tollerano la sosta proibita in Via Ricasoli, le scale mobili mal funzionanti….il muro di cinta del giardino di Casa Petrarca nero e sporco…. Sono solo alcune segnalazioni per la città, altre potrebbero essere indicate per le frazioni.

Certo sono “piccoli” segni rispetto ai gravi problemi che Arezzo vive in questo periodo, ma i primi tre metri della città segnano il governo della città, sono il luogo dove la politica si trasforma in amministrazione.

E’ la città percepita  e vissuta dagli Aretini e dai turisti.

Cambiare si può, basta solo un pò di volontà e di attaccamento alla nostra Arezzo da parte di tutti. 

Pier Luigi Rossi

Medico

Vice Presidente Consiglio Provinciale di Arezzo

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0