Prima Pagina | Politica società diritti | Il Sig. De Girolamo, Presidente CISPEL Toscana, sembra un disco rotto...

Il Sig. De Girolamo, Presidente CISPEL Toscana, sembra un disco rotto...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Sig. De Girolamo, Presidente CISPEL Toscana, sembra un disco rotto...

 

 

Il Sig. Alfredo De Girolamo - da tempo Presidente di Confservizi CISPEL Toscana - dovrebbe essere più equilibrato, nelle sue frequenti esternazioni a reti e stampa unificate: nel senso che potrebbe, qualche volta, perorare anche la causa degli investimenti in capitale umano per il ciclo dei rifiuti (con la RD domiciliare, il cd. porta-a-porta) anziché sempre insistere esclusivamente sugli investimenti in capitale industriale e finanziario. Infatti, il suo chiodo fisso per i mega-inceneritori, con i quali vorrebbe tappezzare tutta la Toscana (ce ne sarebbero già 8...) denota una preferenza troppo smaccata per l'impiantistica. Essendo lui rappresentante di tutte le imprese toscane che gestiscono servizi pubblici d'interesse rilevante (comprese le aziende dei rifiuti) e quindi anche di quelle che operano maggiormente nel settore – quello si davvero virtuoso – della RD, del riciclaggio e della reimmissione nel ciclo produttivo dei materiali recuperati, la sua particolare inclinazione non rende piena giustizia al ruolo che ricopre.

Eppure, De Girolamo sa benissimo che – in una fase drammatica come questa – aprire alla generalizzazione del porta-a-porta comporterebbe, oltre a benefici ambientali, centinaia di assunzioni a tempo indeterminato, mentre la costruzione e gestione di mega-impianti risponde ad altre logiche.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0