Prima Pagina | Politica società diritti | L'associazione "Donne Coraggio" partecipa alla " camminata" contro la violenza di genere

L'associazione "Donne Coraggio" partecipa alla " camminata" contro la violenza di genere

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
L'associazione "Donne Coraggio" partecipa alla " camminata" contro la violenza di genere

L'associazione Donne Coraggio parteciperà alla Camminata contro la violenza di genere organizzata dalla Provincia di Arezzo, nelle persone del presidente Elisabetta Bini, del vice presidente Adriana Banelli e alcune volontarie e professionisti che collaborano con l'associazione.

 

 

Riteniamo che sia fondamentale sensibilizzare la cittadinanza tutta e le istituzioni, in modo che insieme si possano migliorare le condizioni di queste donne, perchè ci vuole coraggio per denunciare ma soprattutto perseverare. Noi speriamo in una grande partecipazione e che la stampa la tv diano spazio a questa importante iniziativa, perchè il problema della violenza di genere non è un problema che riguarda solo le associazioni che si occupano di questo 24 su 24, ma è anche un problema di tutti in quanto la violenza sulle donne è una violazione  sui diritti umani. Quindi è fondamentale la sensibilizzazione e tenere alta l'attenzione dei media, i fatti di attualità raccontano quotidianamente di atti violenti che coinvolgono le donne, ma è solo la punta di un iceberg, nel 90% dei casi la violenza non viene denunciata. Dobbiamo supportare e dare forza alle vittime, dare forza alle vittime, dar loro un segnale che non sono sole, creare una coscienza comune. Partecipare a questa “camminata” vuol essere un segnale per reagire insieme. In Italia nel 2012 sono state 124 le vittime, una donna uccisa ogni due giorni. E' necessario attivarsi per cambiare il presente. Oltre ai numeri ed alle cifre, ci sono esistenze di donne che quando quando sopravvivono alle botte ed escono vive dagli ospedali, rimangono segnate nel profondo. Per iniziare un nuovo percorso è necessario un profondo cambiamento culturale e sociale, c'è bisogno di suscitare interesse e partecipazione. Bisogna prevenire la violenza e intervenire tempestivamenteed efficacemente in aiuto delle vittime. ( da qualche giorno è attivo il nostro numero verde 800021040 24 ore su 24)

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0