Prima Pagina | Economia e lavoro | PER UN TETTO ALLE RETRIBUZIONI DEI TOP MANAGER

PER UN TETTO ALLE RETRIBUZIONI DEI TOP MANAGER

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
PER UN TETTO ALLE RETRIBUZIONI DEI TOP MANAGER

La raccolta firme della Fiba CISL per il disegno di legge

 

 

Arezzo – S’inizia dalla Valdichiana il 16, 17 ed il 18 dove la Fiba Cisl di Arezzo ha predisposto una serie di presidi dove raccogliere firme per il disegno di legge sul tetto alle retribuzioni dei top manager.

L’iniziativa della Fiba CISL vuole sensibilizzare e coinvolgere i lavoratori, la politica e il Paese tutto, sulla creazione di una legge che, in maniere equa, riporti le retribuzioni massime dei top manager entro parametri accettabili e sostenibili, euro 294.000,00 annue, che tengano conto delle variazioni Istat ma che non generino, come accade oggi, delle moltiplicazioni esponenziali per cui si arrivi a retribuzioni di euro 4.093.000, 00 annue, amministratore delegato Unicredit anno 2011.

Attualmente, così come sono organizzate le cose, si tratta di un vero suicidio per il Paese, per l’economia, per i lavoratori ai quali si fa fatica a corrispondere stipendi decorosi e che consentano una vita dignitosa per sé e per le famiglie. Sono tempi questi, dicono i responsabili della Fiba Cisl di Arezzo, dove ognuno è chiamato a partecipare in prima persona al cambiamento che è quanto mai necessario e, per farlo, occorre che ciascun cittadino in grado di votare apponga la sua firma sulla richiesta di legge popolare, così da smascherare il silenzio che fino ad oggi ha permesso che il costo del lavoro delle aziende private, fosse  aumentato esponenzialmente tanto da giustificare l’emigrazione delle aziende in Paesi meno costosi, senza fare una analisi dei dati disaggregati tanto da evidenziare la percentuale elevata d’incidenza del costo generale dovuta a una singola voce “top manager”.

Per questo la Fiba Cisl di Arezzo ha predisposto una serie di presidi dove vengono raccolte le firme, presso le proprie sedi e in luoghi pubblici. S’inizia con il 16 e 17 luglio a Cortona in piazza del  Comune ed il 18 luglio a Camucia, la mattina, presso il mercato ed il pomeriggio nella piazza della Coop.

A seguire altre date che interesseranno il capoluogo Arezzo e le altre vallate.

 

Questa battaglia la possiamo, concludono dalla Fiba Cisl, se tutti partecipiamo convinti che è arrivato il momento di dare la svolta.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0