Prima Pagina | Politica società diritti | Il Progetto LIFE + procede senza la partecipazione del rappresentante dei cittadini di S. Zeno

Il Progetto LIFE + procede senza la partecipazione del rappresentante dei cittadini di S. Zeno

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Progetto LIFE + procede senza la partecipazione del rappresentante dei cittadini di S. Zeno

 

Prendiamo atto che giovedì 27 giugno, presso l'Auditorium Ducci del Comune di Arezzo, si terrà un incontro sullo “Stato di avanzamento del Progetto LIFE HIA21”–Valutazione partecipata degli impatti sanitari ed ambientali derivanti dal trattamento di rifiuti: tale progetto dovrebbe concludersi con una decisione riguardante la possibilità o meno dell'area di San Zeno di sostenere – sia dal punto di vista ambientale che sanitario - un'ulteriore industria insalubre di 1^ classe, quale sarebbe il nuovo inceneritore di S. Zeno (doppia potenzialità rispetto all'attuale).

Notiamo anche che interverrà la D.ssa Linzalone, dell'IFC-CNR, la quale aggiornerà i presenti sui “dati e studi esistenti, sulla raccolta ed analisi dei dati ambientali e sulla raccolta dati sanitari...”.

Vediamo altresì (nel report maggio 2013, all'interno del sito web http://www.hia21.eu/) come sviluppo dell'”Azione B.5, Raccolta e analisi dei dati ambientali nel sito di Arezzo-S. Zeno”, che “Nel mese di maggio sono stati svolti campionamenti di particolato atmosferico e di terreno sui siti previsti dalla griglia di monitoraggio ad Arezzo. Sono stati eseguiti tre campionamenti di particolato (ciascuno della durata di 24 ore)...Sono stati completati i campionamenti sulla matrice suolo in tutti e 13 i punti previsti nell'area di S. Zeno...”.

Prendiamo atto anche, sempre nel report maggio 2013, dell'”Azione B.6, Raccolta dati sanitari sulle patologie sentinella nell'area di Arezzo”, dove si dice che “Tutti gli accordi per il trattamento dei dati sanitari sono stai presi...”.

Riscontriamo pure che - nello sviluppo dell'”Azione D.5, Elaborazione e valutazione dei risultati delle indagini sanitarie” - “Il data base definitivo è pronto...A tal fine, si stanno operando le trasformazioni dei dati affinché siano associati all'archivio dei dati sanitari sulla mortalità e alle schede di dimissione ospedaliera...Non si prevedono ostacoli a procedere alla valutazione dei rischi come da protocollo...”.

Allora, direte voi, va tutto bene? Ma assolutamente NO, semplicemente perché il Dr. Saverio Caini - epidemiologo e giovane ricercatore, scelto dai cittadini e dai comitati nel lontano 2011 a  tutela della loro salute e nominato nel ruolo dal Comune di Arezzo – non è stato mai messo nelle condizioni di poter fare il suo lavoro: il suo coinvolgimento tecnico/scientifico nel progetto LIFE + è stato pari a zero; sono stati predisposti tutti i protocolli necessari per concludere le azioni sanitario/epidemiologiche e la sua partecipazione è stata zero; è stato (gentilmente) invitato per assistere agli eventi come semplice spettatore, in qualità di partecipante interessato, mentre sarebbe dovuto essere dall'altra parte del tavolo per contribuire al completo dispiegarsi del progetto...Anche i campionamenti fatti di particolato sulla matrice aria e quelli sulla matrice suolo a S. Zeno (a proposito, è possibile sapere chi ha avuto l'incarico di effettuarli?) dovevano essere - se non concordati – almeno concertati con lui, così come sarebbe stato necessario il suo coinvolgimento nell'individuazione delle patologie sentinella. Invece niente-di-niente, il Dr. Caini non sarà in grado di esprimere nulla di elaborato rispetto agli esiti del LIFE +, con buona pace dei cittadini che lo avevano prescelto proprio a loro tutela e come rappresentante all'interno del progetto! E' per questi motivi che è in procinto di dimettersi (tra l'altro non si sa, di preciso e a questo punto, da cosa...) proprio perché non accetterà di essere chiamato a ratificare il lavoro svolto dagli altri: qui non si tratta di chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati, ma di arrivare quando non c'è più neanche la stalla...

Gino Caneschi (Segretario del Circolo del PRC Giusti di Arezzo)       

Fausto Tenti (Segretario della Federazione provinciale di Arezzo del PRC)

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0