Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Le ultime propaggini del Pratomagno

Le ultime propaggini del Pratomagno

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Le ultime propaggini del Pratomagno

Associazione organizzatrice: Circolo Amici della Bici – Fiab Arezzo Descrizione della gita..

 

Sul piano geologico siamo nella zona di passaggio dove la struttura arenacea del Pratomagno declina e si inabissa al di sotto dei sedimenti lacustri della piana di Arezzo: in questo caso, quelli antichi terrazzati. Dal punto di vista paesaggistico, rispetto alla Piana, siamo “al di là d’Arno” sui pianalti di Meliciano e Cafaggio dove si può rilevare la permanenza di ambiti antropici sostanzialmente integri rispetto ai fenomeni urbanistici moderni.

Un percorso che le nostre cicloescursioni affrontano per la prima volta. Passato l’Arno a Ponte Buriano - uno dei luoghi più importanti del nostro territorio comunale - saliamo per Cincelli fino a Pieve San Giovanni lungo il tracciato della via romana per Sulpiciano (appunto, ci dice il Tafi, Pieve S. Giovanni – via che proseguiva per l’Apia, Busseto, Bibbiano, Ponina, Zenna, Tulliano). Il paese – nominato fino a metà dell’ 800 come Capolona - si trova in un lieve promontorio tra i torrenti Bregine e Faltognano da dove si controlla, affacciandosi da una ridente terrazza,  il territorio di confine tra il Casentino, il Valdarno e l’area Aretina.

Un distretto dimenticato dal Repetti nel suo Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana (1833 - 1846), ma che merita una bella cicloescursione.

PROGRAMMA

08,45 -  Ritrovo a Villa Severi in occasione del Festival del Territorio.  

09,15 – Partenza. Attraverso il passaggio a nord-est della città (Via Redi, Via Gamurrini, Via Tarlati) raggiungiamo la radiale di uscita – Via dei Setteponti – per Ponte Buriano. Quindi Cincelli, Pieve San Giovanni. Ritorno per Cafaggio, Castelluccio, Campoluci, Croce di Patrignone, Centro Commerciale Setteponti e attraverso le piste ciclabili della zona verso la Stazione, tradizionale fine delle nostre cicloescursioni.

13,00 -  Orario di ritorno previsto

Informazioni logistiche. Lunghezza dell’escursione ~ 30 Km. Percorso con saliscendi e piccoli tratti impegnativi, quindi nel nostro programma abbiamo indicato media/impegnativa, ma, come  sempre, aspettiamo tutti. È necessaria una bici, con cambio, dotata di buone gomme e ben gonfie. Indispensabile avere camere d’aria di scorta. La partecipazione e’ libera e gratuita per i soci  Fiab; i non soci contribuiscono alle spese assicurative con € 2. Chi lo desidera può associarsi al circolo FIAB Arezzo in occasione della pedalata.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0