Prima Pagina | Lettere alla redazione | "Caro sindaco di ti scrivo", il comitato di Giovi chiede una svolta nei lavori alla ex circoscrizione

"Caro sindaco di ti scrivo", il comitato di Giovi chiede una svolta nei lavori alla ex circoscrizione

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
"Caro sindaco di ti scrivo", il comitato di Giovi chiede una svolta nei lavori alla ex circoscrizione

 


Speravamo come "Comitato per il recupero del ponte", che la nostra missione, dopo il successo ottenuto nel 2011 dalla manifestazione di protesta-proposta per la costruzione del passaggio pedonale-marciapiede a fianco del ponte sul Torrente Chiassa, realizzato nell'anno 2012; si fosse conclusa.

Ma ci risiamo!

Non si preoccupi l'Assessore alle Opere Pubbliche della Provincia, in questo caso le responsabilità sono dell'amministrazione comunale di Arezzo.

Ma andiamo con ordine: nell'anno 2010 venivano effettuati dall'amministrazione comunale di Arezzo lavori di adeguamento alle normative in materia di sicurezza antincendio dell'immobole sede delle scuole elementari di Giovi. Tali lavori terminati nell'anno 2011, purtroppo, ma per rispetto di motivi tecnici e normativi, andarono ad eliminare uno spazio servizi, il quale fu recuperato in una precedente aula.

In tale previsione in data 25/11/2010 con delibera c.c1 n°54 P 01 -20100000020 l'ormai ex Circoscrizione 1 "Giovi" approvava all'unanimità con un impegno di spesa di 50.000 euro progetto definitivo inerente "Ristrutturazione della ex sede della Circoscrizione in località Giovi per destinarla a sala polifunzionale", detto immobile; sito davanti alle scuole elementari di Giovi, doveva, tra le altre, essere destinato anche alla scuola e ai bambini per le loro attività.

Come molti sapranno, tra la votazione di una delibera e i lavori conseguenti passano diversi mesi, in detto periodo, nell'Aprile 2011 le Circoscrizioni, a seguito di intervento statale, terminarono la propria attività.

Poco tempo dopo, però, vi fu anche un altra importante modifica per la nostra storia, quella dei requisiti di sicurezza e accesso necessari agli edifici pubblici.
Tale normativa modificando la precedente, andò ad incidere sui requisiti necessari per la ristrutturazione del'immobile in oggetto, comportando l'obbligo di un ulteriore investimento di 10.000 euro per l'inizo dei lavori atti al suo adeguamento.

Cercando di capire tutto ciò si era intanto arrivati all'anno 2012, in cui, viste le rassicurazioni ricevute dall'amministrazione comunale circa l'imminente stanziamento delle risorse, con consegunte via libera ai lavori, ci eravamo augurati che la somma venisse impegnata entro la fine di tale anno.
Così non è stato!

Ma non ci siamo arresi e abbiamo insistito, fino a Febbraio 2013 quando ci hanno informato che ancora non vi era traccia di atto o via libera economico all'integrazione dei 10.000 euro mancanti per l'inizio dei lavori.

A questo punto abbiamo deciso di dire basta!

E' inammissibile, che da 3 lunghi anni ben 50.000 euro già deliberati ed investiti non diano un risultato, che una struttura pubblica non venga restituita alla cittadinanza, che nello spirito originario dell'atto, tale immobile non venga messo a disposizione della scuola e dei bambini che la frequantano per le loro attività!

Abbiamo conoscenza e siamo consapevoli di situazioni simili in altri contesti comunali, ma anche che in ogni ambito di comunità potrà svilupparsi coscienza civica per risolvere tali situazioni, al fine si solleciatare gli eletti al compito che una carica elettiva presuppone.

Con questo comunicato si inviata l'amministrazione comunale a porre in essere quanto prima, tutti gli atti necessari a risolvere l'incresciosa situazione creata, al fine di dare una risposta ai bisogni della cittadinanza.

Nel caso dovesse perdurare la situazione di stallo e di inadempienza, ci riserviamo di esercitare tutti i diritti riconosciuti dalla Costituzione Italiana ai suoi cittadini, come avvenuto nell'anno 2011 per solleciatare la costruzione del passaggio pedonale sul torrente Chiassa.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0