PERUGIA WAVE

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
PERUGIA WAVE

Chi è andato almeno una volta in un altro importante festival musicale Toscano, Umbria Jazz, Pistoia Blues, avrà sicuramente notato che funzionano alla grande soprattutto perché si svolgono nei centri storici gratuitamente e soltanto il concerto principale è a pagamento.

Parlando dell’Umbria Jazz, Perugia per dieci giorni è invasa da centinaia di migliaia di persone, turisti, musicisti che portano cultura e soldi in tutti i settori della città, dai negozi, alberghi, ristoranti, parcheggi, bar e tutto ciò perché chi arriva trova musica  gratuita nei palchi in centro e in più ha occasione di girare nel centro storico. Quindi l’unico pensiero che può venire in mente è: perché ad Arezzo il festival non si svolge in questa modalità ?

Non tiriam in ballo i soldi perché tale evento si ripaga da solo anzi porta ricchezza a qualsiasi entità. Non tiriam in ballo il casino e le lamentele dei cittadini perché quando si fa la notte bianca o shopping sotto le stelle nessuno si lamenta.

Al Valenti senza avere soldi pubblici dice che non è fattibile ? Allora ciao caro Valenti, il Comune dovrebbe agire da solo. Morale, se ciò non viene fatto è solo ignoranza di chi dovrebbe agire o questioni oscure che fanno male a tutta la città e ai suoi abitanti.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0