Prima Pagina | Politica società diritti | Il Comune fermi il degrado di Frassineto

Il Comune fermi il degrado di Frassineto

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il Comune fermi il degrado di Frassineto

Il consigliere Scatizzi ha presentato alla giunta un'interrogazione con le problematiche della frazione Strade deviate, strutture pericolanti e collegamenti mancanti: i residenti lamentano un triste abbandono

 

 

 

AREZZO – Tra i temi trattati al consiglio comunale di mercoledì 20 febbraio ce n'è uno che riguarda le sorti di un'intera frazione del Comune di Arezzo. Questa è Frassineto e le istanze dei suoi abitanti sono state colte da Luigi Scatizzi, capogruppo del Nuovo Polo per Arezzo, che ha presentato alla giunta un'interrogazione sulle molteplici urgenze della frazione. «Alcuni abitanti di Frassineto - spiega il consigliere, - hanno manifestato a me e al presidente comunale dell'Udc Andrea Gallorini il loro disagio per lo stato di abbandono e di degrado a cui è sottoposto il paese: i residenti lamentano che i loro problemi non siano mai stati presi in considerazione dall'amministrazione». Una delle problematiche più gravi riguarda la viabilità: la principale via di accesso a Frassineto, via della Ristradella, è interdetta al transito per un parziale cedimento della volta di un ponte sul rio di Rigutino. L'interruzione della strada sta provocando disagi agli abitanti perché chi utilizza l'auto è obbligato a percorrere un tragitto molto più lungo per accedere al paese e chi usufruisce degli autobus deve percorrere molte centinaia di metri per raggiungere la prima fermata utile. «Il ripristino della viabilità non è l'unica esigenza su cui lavorare a Frassineto - continua Scatizzi. - Tra le altre ho segnalato la riqualificazione dell'ex scuola elementare, un edificio ormai in degrado, il recupero dell'area sportiva e l'inadeguatezza del trasporto pubblico». Per quanto riguarda l'area sportiva, questa è una delle più attrezzate della zona con due campi da calcio, uno da pallavolo, spogliatoi, cucina e stand per cene e sagre; una struttura diventata pericolante ma che in passato era stata utilizzata anche dalla Sansovino e dagli Arieti Rugby. L'amministrazione si era impegnata con la locale polisportiva a costruire una nuova struttura a norma di legge, sostenendo le spese in cambio dell'acquisizione della proprietà dell'impianto: dopo oltre due anni le vecchie strutture sono state demolite ma i nuovi lavori non sono ancora cominciati, con l'intera area che è diventata completamente inutilizzabile. L'ultimo problema riguarda i collegamenti degli autobus con Arezzo e con Rigutino, collegamenti che hanno subito numerosi tagli e che rendono difficoltoso ai cittadini di Frassineto la possibilità di spostarsi senza auto. «È stringente la necessità di aumentare la frequenza delle corse - conclude Scatizzi. - Non è possibile che in alcuni momenti della giornata esistano intervalli di tre ore fra la corsa di andata e quella di ritorno: ho chiesto al Comune di attivarsi per intensificare il transito degli autobus».


 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Image gallery

Vota questo articolo

0