Prima Pagina | Eventi e spettacoli | Domenica senza portafoglio al parcheggio “Mecenate”

Domenica senza portafoglio al parcheggio “Mecenate”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Domenica senza portafoglio al parcheggio “Mecenate”

con “Ecoscambio - Barattowave”

 

 

Domenica 18 novembre il parcheggio “Mecenate” si trasforma nel mondo del baratto e della sostenibilità grazie all’iniziativa “Ecoscambio - Barattowave”. Dischi, libri, giochi, abbigliamento, oggetti di qualsiasi genere ma anche competenze, servizi e saperi potranno essere scambiati liberamente dalle 10 alle 18. La misura verrà decisa di volta in volta dai barattatori. Lasciando a casa il portafoglio. Ingresso libero.

“È la prima volta – ha sottolineato l’assessore al ciclo dei rifiuti del Comune di Arezzo Franco Dringoli – che il ‘Mecenate’ viene utilizzato per un’iniziativa del genere. Ma non deve sorprendere visto che è stato pensato anche per questo. La giornata di domenica ha avuto un antecedente nell’Ecoscambio nel piazzale del centro commerciale Setteponti nel 2011. Nel frattempo sono intervenute alcune novità come l’apertura dei centri di raccolta rifiuti del Tramarino e del Mulinaccio dove i cittadini possono conferire oggetti che giudicano da smaltire. Al parcheggio ‘Mecenate’, invece, protagonisti diventano gli oggetti ritenuti in buone condizioni e riutilizzabili. L’appuntamento, che contiamo di replicare a cadenza mensile, rientra nella Settimana europea per la riduzione dei rifiuti pensata all’insegna della prevenzione”.

“Seguiamo da tempo – ha aggiunto l’assessore all’ambiente del Comune di Arezzo Lucia De Robertis – questo percorso di integrazione fra i protagonisti sensibili a queste tematiche come Comune, Aisa, associazioni e mondo della cooperazione. Adesso mettiamo tutti assieme e soprattutto leghiamo vicendevolmente cittadini a cittadini. Filosofia di fondo è quella di ridurre i rifiuti per vivere in maniera meno consumistica. Un bel segnale in un momento di difficoltà economica”.

“Domenica – ha dichiarato Alessandra Capizzi di Legambiente – anche i bambini avranno una loro area specifica, il ‘Barattolino’, dove scambiarsi i loro giochi e divertirsi allo spazio arte, allo spazio lettura e con i laboratori di riuso. ‘Barattolino’ non è da intendersi come baby parking o babysitting ma è richiesta la presenza di un genitore. Orario dei laboratori dalle 14,30 alle 17,30”.

Il patron di Arezzo Wave Mauro Valenti ha ricordato come grazie “alla rivista ‘PiazzaGrande’ e alle migliaia di annunci che pubblichiamo, ci siamo accorti come fossero gettonati scambi e offerte di prodotti e competenze. Così, entrare in questa operazione, che si sta diffondendo in Italia e cito gli esempi di Massa e Forlì, ci è parso naturale. Attenzione poi alle infinite possibilità del baratto: con esso ci si va perfino in vacanza. Dal 19 al 25 novembre infatti più di 500 agriturismi ospitano gratis chi è in possesso di determinate competenze che possono tornare utili alla conduzione o alla manutenzione della struttura, piuttosto che coloro che hanno, ad esempio, 100 albi di Topolino”.

A proposito di “PiazzaGrande”, Simona Camiolo della Fondazione Arezzo Wave Italia e componente di un gruppo di acquisto solidale ha precisato: “in ogni numero della rivista, fra le sue pagine si possono trovare sia molteplici occasioni di baratto sia un’autentica lista di desideri. Basta appuntarsi i riferimenti di chi chiede di pubblicare l’annuncio, contattarlo e darsi appuntamento a ‘Ecoscambio - Barattowave’”.

Il desiderio dell’artista spagnolo ma oramai aretino di adozione Enrique Moya è funzionale alla sua passione per le arti figurative e si chiama “tela 2 metri per 15”. Servirà ad animare la giornata di domenica. Specifica infatti Enrique che “la mia scuola di disegno sarà presente all’iniziativa. I disegni degli alunni, alcuni dei quali cominciano a essere artisti conosciuti, saranno barattati con un telo delle dimensioni suddette. Questa tela verrà poi lasciata a disposizione di chiunque, barattatori e curiosi che potranno colorarla e disegnarvi”.

Per partecipare occorre solo iscriversi di persona, telefonicamente o via e-mail presso il punto soci Coop al centro commerciale Setteponti (lunedì e mercoledì 16,30 – 18,30 e sabato 10 – 12. 0575/328226) o alla Coop di Via Vittorio Veneto (martedì e giovedì 16,30 – 18,30. 0575/908475) o alla redazione di “Piazza Grande” in Via Masaccio 14 (dal lunedì al venerdì 9 – 13 e 15 – 19, sabato 10 – 12. 0575/911005. [email protected]).

L’iniziativa è promossa da Comune di Arezzo, PiazzaGrande, Fondazione Arezzo Wave Italia, Radio Wave, Provincia di Arezzo, Aisa, Atam, sezione soci Coop, cooperativa Futura, Legambiente EtaBeta, Arcoiris, Associazioine culturale lettori in erba, Arezzo Factory, Istituto d’arte Piero della Francesca, Radar Ricera d’arte, Spazioseme, Arci Arezzo, associazione Xe’thnos, Banca del tempo, Centro giovani Villa Severi, Eureko, Arcipelago Scec, Circolo Baobab, Fatto di Scarto, Fior di Loto, Gruppi di acquisto solidale di Arezzo, I Care, Uisp.

____________________________

La Settimana del Baratto sposa la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2012, creando un sodalizio che punta al miglioramento della qualità della nostra vita grazie ad abitudini o forme di scambio più sostenibili.
L'idea della collaborazione è scaturita in considerazione dello stesso periodo di svolgimento dei due eventi e dal fatto che essi si possono collocare all'interno di un medesimo orizzonte etico legato a pratiche virtuose che dovrebbero e possono entrare a far parte della vita di tutti i giorni.
Il promotore della Settimana del Baratto, il portale www.bed-and-breakfast.it, ha informato tutti i B&B aderenti alla Settimana della possibilità di prendere parte alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti utilizzando il sito ufficiale per promuovere e divulgare iniziative ecosostenibili legate alla gestione del B&B, e viceversa i partecipanti alla Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti sono stati informati e invitati a partecipare alla Settimana del Baratto 2012 come viaggiatori consapevoli delle risorse di strutture microricettive - i B&B italiani - legate al territorio e ad una qualità di vita rispettosa dell'ambiente.
Ecco in che cosa consistono le due "SETTIMANE".
La Settimana del Baratto si svolgerà dal 19 al 25 novembre in tutta Italia. Sono più di 2.500 i Bed and Breakfast affiliati al portale www.bed-and-breakfast.it che aderiranno all'iniziativa giunta alla quarta edizione e attesa da una buona fetta di viaggiatori in Italia. Per tutta la Settimana i gestori dei B&B italiani scambieranno un soggiorno, di uno o più giorni, nelle loro strutture in cambio di beni o servizi.
La Settimana del Baratto è un modo per tornare alle origini dell'ospitalità quando a prevalere erano le ragioni dell'accoglienza e le possibilità di scambio piuttosto che la logica del denaro. All'interno del sito ufficiale della Settimana del Baratto, www.settimanadelbaratto.it, si trovano tutte le informazioni per partecipare sia da gestori di B&B che da viaggiatori.
La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dal 17 al 25 novembre, nasce all'interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l'obiettivo di promuovere, attraverso una elaborata campagna di comunicazione ambientale, tra i cittadini e le istituzioni una maggiore consapevolezza sulla gestione dei rifiuti. Una priorità dei tempi che viviamo riguarda proprio lo smaltimento dei rifiuti: oggi più che mai si rendono necessarie azioni di riduzione di ciò che scartiamo e un'attenta abitudine alla differenziazione dei rifiuti e al riciclo.
Alla Settimana per la Riduzione dei Rifiuti possono partecipare sia istituzioni sia singoli cittadini diventando Project Developer. Per partecipare alla Settimana si sottopone la propria candidatura al Comitato Promotore Italiano compilando un apposito modulo di partecipazione disponibile al seguente link http://www.ecodallecitta.it/menorifiuti/documenti.php oltre che sui siti dei membri del Comitato: www.menorifiuti.org e www.ewwr.eu. Anche se fuori tempo massimo, si può comunque prendere parte attiva all'interno del sito www.menorifiuti.org dove, grazie ad una bacheca aperta a tutti, verranno raccolti gli impegni per la riduzione dei rifiuti nel corso della Settimana per la Riduzione dei Rifiuti o le pratiche virtuose di smaltimento e riduzione che si applicano quotidianamente.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0