Prima Pagina | Cronaca | Colpo di scena Pippo Civati si candida alla segreteria del PD

Colpo di scena Pippo Civati si candida alla segreteria del PD

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Colpo di scena Pippo Civati si candida alla segreteria del PD

Il 28 novembre sarà ad Arezzo

 

 

Filippo Gallo, notoriamente vicino allo staff di Civati, ha dato l’annuncio via Social Network nel primo pomeriggio con queste parole: Messaggio per il “me della prima ora”, che son 3 anni, mica 3 secoli. Che bella cosa vedere Civati che si candida alla segreteria PD, un amico leale oltre che un ottimo segretario. Perchè ti volevano cooptare, e non hai mai ceduto. Ti suggerivano che fare e dire, e hai fatto sempre di testa tua, sbagliando forse, ma rimanendo te, che i maestri proprio non li volevi, testone irriducibile. Che i 2 gatti forse diventeranno 4. E ci si stringerà per farvi entrare, tranquilli, siamo ospitali nella Prossima Italia. Ma oggi me la godo sornione, consentitemelo. Da domani si riparte, con un obiettivo in testa.

Pippo Civati rompe gli indugi e si candida alla segreteria nazionale del Pd. E' lui stesso ad annunciare questa decisione dal suo blog all'indomani del confronto televisivo che ha visto protagonisti i 5 candidati democratici alle primarie

''Mi candido alla segreteria nazionale del Pd'', annuncia Civati, determinato a scendere in campo ''anche nel caso in cui il Congresso si trasformasse in una 'gara delle idee'.

Anche se qualcuno dice che chi vince le primarie 2012 nominerà il segretario nel 2013. Anche se - insiste - qualcuno dirà che è troppo presto. Anche se ci saranno ironie e malizie. Anche se non è molto di moda, fare il segretario di un partito. Anche se qualcuno, anche tra i candidati di oggi, dice che non è così importante, il segretario, e che il partito serve, ma non poi così tanto''.

Il problema, secondo Civati, è che ''in queste ore - mentre il Pd è dato al 30% e la coalizione classica (senza aggiunte di anidride carbonica, diciamo così) supera il 40% - stiamo perdendo consenso e buonsenso''. Civati afferma: ''Sinceramente non credo di dover accettare lezioni di civismo da parte di persone che hanno fatto molta più politica di me e che decidono le sorti milanesi fin dai tempi di Giovanni Giolitti''.

"Come diceva benigni in uno storico film "noi aspettiamo il VIA"....ecco direi che è arrivato..." (Filippo Gallo)

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0