Prima Pagina | Cronaca | Abbiamo vinto!

Abbiamo vinto!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Abbiamo vinto!

 

“Iniziamo scaldando un po’ la serata con una bella notizia: abbiamo vinto in Sicilia. Cose da pazzi”. Lo ha detto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, scherzando con il pubblico aprendo il suo comizio ad Arezzo. “È la prima volta dal dopoguerra - ha aggiunto - che c'è la possibilità di una svolta vera”.

In una piazza stracolma, nonostante il freddo, Bersani è arrivato quasi puntuale e ha parlato a lungo, a braccio. Una platea attenta ha seguito ogni passaggio, e Bersani  ha toccato ogni aspetto della vita politica del paese. Non ha lesinato stoccate a nessuno, ha cominciare da Berlusconi:  “Ha detto che scende in campo… ma se non c’è più nemmeno quello!”. “Molte sono le critiche che possono essere fatte al governo Monti, ma solo il PD ha l’autorità per farle. Chi ha condotto il paese ad un passo dal baratro, può solo tacere, almeno per un giro, deve solo tacere”

In piazza c’erano tutti i big della politica locale, nessuno escluso. Mancava solo il sindaco che ha preso qualche giorno di ferie. Troppo facile fare confronti con il “rivoluzionario” Renzi, e la sua piena oceanica al Palaffari, ma anche il vecchio segretario ha saputo far vedere che ha ancora molte frecce nel suo arco.

Il resto del discorso è stato un po’ scontatello, con riferimenti alla scuola, al mondo del lavoro, al welfare, alla giustizia sociale e alla finanza brutta e cattiva. Sullo sfondo della serata l’esultanza di Palermo, anche se sarà molto difficile la governabilità della regione più indebitata d’Italia, appena declassata da Fitch. Il downgrade riflette, spiega Fitch, l'attesa  “di un periodo prolungato di deficit fiscale, con debiti finanziari e commerciali in crescita, in un contesto in cui le risorse verranno drenate per  mantenere il settore sanitario vicino al pareggio di bilancio”. E soprattutto una regione in cui il partito di maggioranza relativa è il Movimento 5 Stelle, con il 15,1 per cento. Seguono il Pd con il 13,6%, il Pdl con il 12,2%, l'Udc con il 10,7 per cento. Nelle precedenti elezioni regionali del 2008 il Pdl aveva ottenuto il 33,4% dei voti, il Pd il 18,7%, l'Udc il 12,5%, mentre il movimento di Grillo era all'1,73 per cento.

Si può anche dire di aver vinto, caro segretario, ma prima di stappare lo spumante andrei più cauto


 

Il comunicato ufficiale del Comitato per Bersani

Nel giorno della vittoria dell’ex sindaco antimafia Rosario Crocetta in Sicilia, oltre 1500 aretini e aretine, hanno gremito ieri sera piazza Risorgimento, in occasione dell’intervento del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, per la sua campagna delle Primarie del centrosinistra. Lavoro, scuola, solidarietà e integrazione, giustizia economica, sono stati solo alcuni dei temi toccati da Bersani durante il suo dialogo con una platea, che ha potuto confrontarsi direttamente col segretario del Partito Democratico, su tanti temi di stretta attualità. Prima dell’intervento di Bersani infatti, sono saliti sul palco, per rivolgergli domande franche e dirette tra le tante inviate al Comitato dagli aretini, Antonio Fascetto, delegato sindacale della Beltrame e Fatima, quindicenne di origine senegalese, nata in Italia, che come tanti ragazzi della sua età, figli di migranti, si sente semplicemente italiana. Due temi, quello della tutela al lavoro e del diritto di cittadinanza per gli immigrati di seconda generazione portati avanti con forza dal segretario del Pd, in questa campagna per le Primarie.


  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0