Prima Pagina | L'opinione | La morte dei partiti

La morte dei partiti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La morte dei partiti

 

 

L’astensionismo in Sicilia, ha superato il 52% degli aventi diritto, lasciando intravedere quello che sarà il trend in tutta la nazione. Questo dato sancisce la fine prossima ventura, dei partiti politici così come li conosciamo.

E' la fine di un sistema, è la fine del regime spartitorio, è la fine del sistema di potere che ha retto l’Italia fino ad oggi. Un grande tzunami sta per travolgere, sia segreterie che baroni della politica. Uno Tzunami che partendo dalla periferia dell’impero sta per abbattersi sui palazzi della politica.  

In Sicilia in realtà non ha vinto nessuno, ma hanno perso tutti. Se avranno il coraggio di confrontarsi con i consensi assoluti (cioè con il numero delle persone che hanno rinnovato loro la fiducia) dovrebbero avere anche il buon gusto di levarsi dai coglioni tutti.

Signore e signori delle poltrone, la ricreazione è finita. La vostra strada sta per finire. Siamo di fronte ad un cambiamento epocale: la storia corre più veloce della demenza senile da cui siete ormai precocemente afflitti.  Se non sapete ancora vedere cosa c’è dietro l’angolo, ritiratevi a vita privata (con quello che avete già scassettato vivrete da nababbi per il resto della vostra vita) e avrete reso forse l’unico vero servizio al vostro paese.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0