Prima Pagina | Politica società diritti | Aula: Monaci confermato presidente dell’assemblea

Aula: Monaci confermato presidente dell’assemblea

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Aula: Monaci confermato presidente dell’assemblea

Votato il rinnovo del vertice istituzionale di metà mandato. Confermati anche i vicepresidenti Fedeli e Benedetti, i segretari questori Romanelli e Lazzeri, i segretari Lastri e Carraresi. Unanime apprezzamento dai capigruppo per il lavoro svolto nella prima metà del mandato

Firenze – Alberto Monaci si conferma alla guida del consiglio regionale della Toscana, dove oggi si è votato il rinnovo del vertice istituzionale – presidente e Ufficio di presidenza – previsto allo scadere dei 30 mesi da inizio legislatura.
L’aula, convocata dal presidente provvisorio Giuseppe Del Carlo, affiancato dai due consiglieri più giovani con funzione di segretari – Rudi Russo e Matteo Tortolini -, ha eletto Monaci alla prima votazione con 50 voti su 53 votanti. Successivamente si è proceduto alla elezione dell’ufficio di presidenza e anche in questo caso di è trattato di una riconferma; così per i due vicepresidenti, Giuliano Fedeli (24 voti) e Roberto Benedetti (27); i due segretari questori, Mauro Romanelli (22) e Gian Luca Lazzeri (26); i due consiglieri segretari dell’ufficio di presidenza, Daniela Lastri (27 voti) e Marco Carraresi (22).
 
Nella votazione per il presidente, ci sono state due schede bianche e un voto per Fabrizio Mattei. Due schede bianche anche nell’elezione dei due vice presidenti (54 votanti), con un voto per il consigliere Pieraldo Ciucchi. Nell’elezione dei segretari questori (54 votanti) ci sono state tre schede bianche; due voti per Gianluca Parrini e uno per Pieraldo Ciucchi. Due schede bianche per l’elezione dei segretari (54 votanti) e un voto rispettivamente per Pieraldo Ciucchi, Enzo Brogi e Eugenio Giani.

Sia la candidatura di Monaci, che la conferma per l’intero ufficio di presidenza che lo ha affiancato nella prima metà del mandato, sono state avanzate da tutti i capigruppo che hanno preso la parola prima di procedere alla votazione. Parole di apprezzamento “per quanto mi riguarda e per il partito che rappresento” sono giunte dal socialista Pieraldo Ciucchi (gruppo misto), che ha riconosciuto il “lavoro molto importante sul piano del ridimensionamento dei costi complessivi del consiglio regionale e della sua macchina organizzativa”.
Vittorio Bugli (Pd) ha sottolineato come “quest’ultima stagione non ci abbia trovato impreparati” non solo per “merito della storia” ma anche per l’impegno, in questa prima metà di legislatura, a “fare ulteriori miglioramenti” in una situazione comunque buona. La Toscana ha insomma dimostrato non solo efficacia di governo e amministrativa ma anche “sobrietà nei costi e nei comportamenti”. Un passo che presidente e ufficio di presidenza, ha detto Bugli, hanno “saputo interpretare, tenendo da un lato la schiena dritta e dall’altro proponendo cose nuove”.
Alberto Magnolfi (Pdl) ha sottolineato “l’equilibrio, la garanzia e lo stimolo indispensabili alla riforma e alla difesa ferma delle prerogative e della dignità di questa aula”, giunte dal presidente Monaci e dall’ufficio di presidenza che lo ha affiancato. Ora si tratta di portare avanti riforme indispensabili” senza prestare il fianco “a stimoli di demonizzazione delle istituzioni”. Monica Sgherri (Fed.Sin-Verdi) si è associata al giudizio positivo ricordando “la salvaguardia della dignità del Consiglio e di tutti i consiglieri”. Marta Gazzarri (Idv) ha ricordato “i percorsi virtuosi” che hanno “anticipato la situazione attuale” dove si intravvede “un chiaro disegno che tende ad indebolire le istituzioni locali”.
Antonio Gambetta Vianna (Più Toscana) ha ringraziato Monaci “per le doti di equilibrio“ e per “aver saputo rappresentare tutte le forze politiche con equità”. Ringraziamento esteso a tutti i componenti dell’ufficio di presidenza. Dario Locci (gruppo Misto) ha apprezzato il lavoro svolto da Monaci e dell’Up “con correttezza istituzionale contraddistinta da tratti di indiscutibile umanità”.

 

(MUMBLE MUMBLE... )

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0