Prima Pagina | Politica società diritti | La posizione del PSI sulla nomina Nuove Acque

La posizione del PSI sulla nomina Nuove Acque

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La posizione del PSI sulla nomina Nuove Acque

La Federazione provinciale socialista, prende atto dell’avvenuta nomina del nuovo CDA di Nuove Acque spa e del suo Presidente, nella persona di Paolo Nannini.

 


Il PSI, pur non entrando nel merito delle capacità personali, riteneva la candidatura di Giuseppe Caroti la più idonea dal punto di vista politico e più rispondente a ricreare un equilibrio fra la parte privata della gestione di Nuove Acque, e l’esigenza di rappresentare meglio la parte pubblica all’interno della stessa società, guardando in maniera più attenta alle aspettative dei cittadini utenti.

 La Federazione socialista, per il tramite del Segretario Provinciale Graziano Cipriani, prende altresì atto della scelta di autosufficienza operata dal PD anche in questa occasione, nonostante il PSI sia parte determinante insieme al PD nel governo di 20 comuni su 30, di quelli amministrati in provincia di Arezzo dal centro-sinistra.

Se il PD, con il 35% dei consensi pensa di continuare ad amministrare il 100% del potere amministrativo, è bene che si organizzi da subito per prendere da solo la maggioranza assoluta nei comuni, a partire dalle prossime elezioni amministrative, in linea perfetta con la scelta dell’autosufficienza, magari chiedendo soccorso al Direttore dell’Associazione dei Commercianti di Arezzo.

 

   PSI FEDERAZIONE PROVINCIALE DI AREZZO

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0