Prima Pagina | Politica società diritti | Luminarie natalizie avanti tutta con l’installazione

Luminarie natalizie avanti tutta con l’installazione

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Luminarie natalizie avanti tutta con l’installazione

Checcaglini: “Nessuno stop. Sono graziose e costano meno. Un progetto serio e coscienzioso”

 

 

Nessuno stop per la Confesercenti. Luci di Natale avanti tutta. Sono semplici e graziose. Il progetto è già stato condiviso ad agosto con il Comune e tra l’altro permette di risparmiare una pioggia di euro. 

“C’è stato tutto il tempo per verificare la bontà del progetto – tuona Mario Checcaglini direttore dell’associazione di categoria di via Fiorentina. Ad agosto abbiamo incontrato l’amministrazione e nulla è stato detto in merito alla necessità di valutare il “decoro” delle luci. Ora si insiste su questo. Perché oggi? Il Natale è alle porte e tra l’altro non c’è mai stata negli anni passata la necessità di riunire la commissione sul decoro per le luci natalizie. Confesercenti non ha fatto nessuno scempio”.

“Abbiamo parlato con il Sindaco Giuseppe Fanfani – spiega Checcaglini. Al primo cittadino abbiamo ricordato che mai, negli anni passati è stata riunita la commissione. Ormai per quest’anno non ci sono i tempi tecnici per valutare soluzioni alternative. Per il prossimo anno fin da marzo siamo disponibili a confrontarci intorno a un tavolo per valutare quali luci installare”. 

“Di certo – tranquillizza Checcaglini – a noi per primi interessa il decoro. Un aspetto che abbiamo preventivamente valutato senza sottovalutarlo. Il nostro progetto è pensato per rendere la città più accogliente e riaccendere lo shopping tra le vetrine in un periodo di crisi. Al tempo stesso abbiamo anche pensato alle tasche dei commercianti e al fatto che in un periodo non semplice ci sia bisogno di attuare una spending review, apprezzata dai commercianti del centro storico e di tutta la città.

Risparmiare il 50% sia nella fornitura che nell’installazione oltre che permettere anche un risparmio energetico che in bolletta si trasforma in un abbattimento dei costi da 19mila a 7mila euro significa aver lavorato con consapevolezza  e seguendo il buonsenso”.

“La lettera del Sindaco – prosegue Checcaglini - ci è apparsa frettolosa e lontana dalla reale concretezza dei fatti. Bastava affacciarsi in via Madonna del Prato per capire di cosa si trattasse e ricordarsi l’incontro dello scorso agosto quando gli abbiamo illustrato il progetto “Illumina il Natale e accendi lo shopping”. 

“In quella occasione – aggiunge il direttore di Confesercenti -  furono tante le parole condivisione e gli apprezzamenti espressi. Per questo la lettera è sembrata un fulmine a ciel sereno. E come se non bastasse oggi ne ha scritta una seconda confermandoci la riunione della commissione per lunedì prossimo. Noi a quell’incontro andremo per rispetto e dovere istituzionale ma contesteremo la necessità di discutere di un qualcosa di già approvato. Il progetto lo abbiamo abbondantemente illustrato ottenendo l’ok verbale di procedere. Oggi ci sono impegni con la ditta installatrice, contratti firmati tra i commercianti e l’azienda. Il buon senso ci suggerisce di non tornare indietro. Se c’era tanto interesse della commissione perché non riunirla prima? Perché aspettare che le luci venissero montate? Per poi distruggere mesi e mesi di lavoro di tante persone. Queste considerazioni ci spingono a proseguire con l’installazione nella convinzione di non danneggiare nessuno, tantomeno l’interesse collettivo al decoro. I fili sono a risparmio energetico e saranno installati da una ditta seria che lavora nel settore da tre generazione montando luminarie in tutta Italia”.

 “Siamo dispiaciuti anche del fatto – conclude il direttore di Confesercenti -  che nei confronti dell’azienda tra le vetrine dei negozi c’è chi si diverte a mettere in giro delle voci difformi al vero e anche con riferimenti poco gradevoli legati esclusivamente alla provenienza meridionale dei titolari. Per questo ci tengo a puntualizzare che l’azienda è da ben 10 anni che collabora con la città di Arezzo”. 

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0