Prima Pagina | Politica società diritti | I Comunisti Italiani scrivono a Fausto Tenti: parole volgari e fuori luogo

I Comunisti Italiani scrivono a Fausto Tenti: parole volgari e fuori luogo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I Comunisti Italiani scrivono a Fausto Tenti: parole volgari e fuori luogo

Le parole di Fausto Tenti, lette sui quotidiani di Arezzo nei confronti del segretario del PdCI lasciano perplessi e risuonano assai gravi, oltrechè volgari e prive di ogni fondamento.

 

Giancarlo Cateni è un compagno degno della stima non solo dei comunisti ma di ogni persona onesta e sono certa che svolgerà il ruolo in Nuove Acque per cui è stato indicato dal sindaco di Cortona nel migliore dei modi e senza venir meno alle idee che contraddistinguono da sempre il suo impegno politico, le idee di progresso dei comunisti italiani.

Al segretario di Rifondazione Comunista aretino vorrei ricordare che non è stato un 'richiamo della foresta' a spingere i compagni a fondare il PdCI ma il senso di responsabilità nei confronti del paese che, dopo la caduta del governo Prodi ha, infatti, conosciuto, salvo brevi inntervalli, 20 anni di berlusconismo. 

Per questo motivo anche oggi noi comunisti non rifuggiamo ruoli di governo negli enti locali in cui facciamo parte delle maggioranze, così come il PRC che esprime un buon numero esponenti nei governi locali in rappresentanza della FdS.

Vorrei ricordare a Tenti che il rispetto reciproco è il fondamento della democrazia ma anche della FdS, che è una federazione, appunto, composta da più soggetti distinti e che non spetta a lui decidere se e quando essa viva o muoia, per altro proprio ad Arezzo gli eletti della FdS, appunto, sono eletti con i voti anche dei comunisti italiani, perciò, prima di parlare, e tanto più prima di scrivere, occorrerebbe aver mangiato meno amatriciana ed esser lucidi abbastanza per compiere un ragionamento, tanto più se si ricoprono ruoli di rappresentanza politica.

A volte chiedere scusa è rivoluzionario, ci auguriamo, dunque, che Tenti o il suo partito trovino il modo di scusarsi per quelle parole tanto volgari quanto fuori luogo.

Lucia Mango

Segretario Regionale PdCI Toscana 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0