Prima Pagina | Cronaca | CARABINIERI: UN ARRESTO E DUE DENUNCE.

CARABINIERI: UN ARRESTO E DUE DENUNCE.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
CARABINIERI: UN ARRESTO E DUE DENUNCE.

I Carabinieri della Compagnia di Arezzo, in distinte occasioni, hanno tratto in arresto una persona e ne hanno denunciato in stato di libertà altre due.

 

 

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Monte San Savino, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, hanno rintracciato e tratto in arresto una 44enne del luogo, dovendo la stessa scontare la pena di un anno per furto aggravato.

L’arrestata è stata tradotta dai Carabinieri presso la Casa Circondariale di Firenze – Sollicciano.

Il 20 ottobre scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato un 28enne rumeno, senza fissa dimora, per favoreggiamento della prostituzione. A seguito di accertamenti i militari dell’Arma appuravano che il giovane accompagnava sul luogo “di lavoro” una sua connazionale 23enne e vigilava affinché non fosse infastidita dai clienti.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato un 28enne marocchino, senza fissa dimora, per furto aggravato. Sabato scorso l’extracomunitario, mentre si trovava a bordo di una autovettura condotta da un’altra persona ancora da identificare, non si fermava all’alt intimatogli a un posto di controllo da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile e si dava alla fuga. I militari dell’Arma si ponevano all’inseguimento, tanto che i due fuggitivi erano costretti ad abbandonare la macchina. Uno dei due riusciva a dileguarsi, mentre il 28enne veniva bloccato dai Carabinieri, che lo denunciavano per furto aggravato, perché l’autovettura risultava rubata ad una 24enne di Arezzo.

CC CORTONA: MAROCCHINO ARRESTATO SU ORDINE DELL’A.G..

I Carabinieri della Stazione di Castiglion Fiorentino, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dalla Corte di Appello di Firenze, rintracciavano e traevano in arresto un 25enne marocchino, del luogo.

Nella serata di sabato scorso i militari dell’Arma procedevano ad un controllo presso l’abitazione del giovane che, sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora nel Comune di Castiglion Fiorentino, aveva anche l’obbligo di permanere presso il proprio domicilio dalle ore 22 alle ore 06 del giorno successivo, non trovandolo in casa.

A seguito di detta denuncia la Corte di Appello di Firenze, in sostituzione della misura dell’obbligo di dimora, emetteva nei suoi confronti l’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

CC AREZZO: PROVOCA INCIDENTE E SI DA ALLA FUGA - ARRESTATO.

I Carabinieri della Stazione di Subbiano hanno tratto in arresto un 30enne rumeno, residente in Casentino per omissione di soccorso, guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale.

Verso le 20.30 di ieri sera perveniva alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Arezzo una richiesta di intervento da parte di alcuni utenti, che segnalavano un incidente stradale lungo la S.R.71 in località Falciano.

Sul posto veniva inviata la pattuglia dei Carabinieri di Subbiano, che constatava che una autovettura aveva invaso la corsia opposta andando a collidere con un’altra, alla cui guida vi era un 56enne romano, che riportava la frattura di una tibia.

Il conducente dell’altra autovettura non veniva invece trovato sul posto, in quanto si era dato alla fuga nell’immediatezza, abbandonando l’auto.

I militari dell’Arma, soccorso l’infortunato ed effettuati i rilievi dell’incidente stradale, si mettevano alla ricerca del fuggitivo che, rintracciato in tarda serata dai Carabinieri di Subbiano in via Grazia Deledda in Capolona, opponeva resistenza, provocando lesioni ad uno di loro.

I Carabinieri infine riuscivano a bloccare il 30enne e, portatolo in caserma, appuravano inoltre che lo stesso si trovava alla guida in stato di ebbrezza alcolica e che l’autovettura non era coperta da assicurazione.

L’arrestato veniva ristretto nella camera di sicurezza della Caserma Carabinieri di Arezzo.      

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0