Prima Pagina | Salute e sanità | Nuovi ambulatori con strumenti laser donati dal Calcit a Dermatologia.

Nuovi ambulatori con strumenti laser donati dal Calcit a Dermatologia.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Nuovi ambulatori con strumenti laser donati dal Calcit a Dermatologia.

Un altro salto di qualità delle prestazioni del San Donato.

 

 

AREZZO – Presentati questa mattina i nuovi servizi offerti dalla dermatologia dell’ospedale San Donato. Sono entrati in funzione da metà settembre, con un ambulatorio attrezzato con due laser  specifici per attività di dermatologia. Alle prestazioni di questo servizio si accede con prenotazione CUP su richiesta del dermatologo.

La presentazione è stata effettuata stamani alla presenza del direttore sanitario della Asl8 Branca Vujovic e del presidente del Calcit Giancarlo Sassoli.

Ma cosa è un Laser dermatologico? Lo ha spiegato il direttore della Unità operativa Antonio castelli: “Il laser è uno strumento che emette una luce di altissima intensità che ha la caratteristica di essere coerente e monocromatica ( fotoni con identica lunghezza d'onda).  Vi sono numerosi tipi di laser – ha proseguito castelli - con diversi effetti sui tessuti. Infatti a seconda della lunghezza d'onda (colore) interagiscono con strutture differenti quali la melanina della pelle, i vasi sanguigni o l'acqua contenuta nelle cellule: la luce cede energia elevandone enormemente la temperatura. Ci sono quindi  laser a CO2 chirurgici (interagisono con l'acqua) che provocano la vaporizzazione dei tessuti e sono utili per il trattamento di verruche, condilomi, fibromi cheratosi seborroiche e cheratosi attiniche e tumori epiteliali. Nella modalità frazionato sono di elezione nel cosiddetto fotoringiovanimento. Il laser Nd-Yag interagisce prevalentemente con la melanina e l'emoglobina e risulta pertanto efficace nella risoluzione dei tumori vascolari (angiomi, teleangectaseie etc..) e nella epilazione permanente.  Oggi  la Dermatologia dispone di Laser Co2 sia in modalità continuo che frazionato, del laser Nd-Yag e di una stazione per la luce pulsata (utile per la rimozione delle macchie cutanee).  Questi apparecchi – ha concluso il primario di dermatologia - consentono di risolvere brillantemente numerose patologie della pelle con risultati terapeutici ed estetici eccellenti evitando spesso interventi chirurgici impegnativi per il paziente.”

I laser sono stati acquistati direttamente dal Calcit di Arezzo per un costo di 69.000, e quindi donati all’ospedale dalla intera cittadinanza.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Image gallery

Vota questo articolo

0