Prima Pagina | Politica società diritti | PD: a che gioco giochiamo?

PD: a che gioco giochiamo?

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
PD: a che gioco giochiamo?

Come volevasi dimostrare. Se nel nostro precedente comunicato avevamo posto l’accento sulla necessità di rinnovamento della classe dirigente, ecco che dopo 24 ore viene fuori il nome che il Partito Democratico avrebbe scelto per guidare Nuove Acque: Paolo Nannini.

 

 

A proposito di nuovo che avanza, la sinistra aretina vorrebbe fornire l’ennesima poltrona a un uomo di partito, sia chiaro persona degna e stimata,  senza che questi abbia dimostrato di avere le capacità specifiche per guidare l’ente. Viene spontaneo notare che il Partito Democratico, ultimamente, è diventato incomprensibile. Prendiamo proprio il referendum sull’acqua pubblica: voluto e promosso da Di Pietro nella sostanziale indifferenza dei cosiddetti alleati, all’indomani della vittoria, Bersani era in piazza a festeggiare questo grande risultato del PD. E fin qui lasciamo perdere. La questione vera è: a livello locale, i democratici si preoccupano di fare qualcosa perché l’esito del referendum venga rispettato? Fin qui non sembrerebbe, la logica è sempre la stessa: si scelgono gli uomini che danno garanzia e affidabilità al “Partito”.

Ma allora l’amministrazione della cosa pubblica è ancora un servizio alla comunità o è la gestione del potere a vantaggio proprio e degli amici?

Ultimamente il sindaco Fanfani pare smarcarsi dai dettami del Partito Democratico, vedi la vicenda dei rifiuti o questa più recente di Nuove Acque. Bene, se tutto questo vuol dire lavorare in favore dei cittadini che lo hanno eletto. Ma allora sorgono alcune domande: ciò che Fanfani invoca vale solo per Nuove Acque o anche per le altre partecipate, tipo Aisa? Cosa succederà per le candidature alle prossime elezioni? Qual è il ruolo del Partito Democratico in particolare e dei partiti in generale nella salvaguardia dell’interesse pubblico?

 

I riformisti aretini

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0