Prima Pagina | Economia e lavoro | ANNA LAPINI: “MERCATO INTERNAZIONALE, FESTA DI POPOLO. ACCOGLIAMO NEL MIGLIORE DEI MODI I TANTI VISITATORI CHE ARRIVERANNO IN CITTA’”

ANNA LAPINI: “MERCATO INTERNAZIONALE, FESTA DI POPOLO. ACCOGLIAMO NEL MIGLIORE DEI MODI I TANTI VISITATORI CHE ARRIVERANNO IN CITTA’”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
ANNA LAPINI: “MERCATO INTERNAZIONALE, FESTA DI POPOLO. ACCOGLIAMO NEL MIGLIORE DEI MODI I TANTI VISITATORI CHE ARRIVERANNO IN CITTA’”

“È l’evento, se non più importante come dicono molti, certamente più attrattivo dell’anno. È la città che lo vuole, anzi lo reclama e ne conferma la validità, l’originalità. E non è vero che serve solo agli espositori e, non si può non ammettere, agli aretini che accorrono in massa!.

 

 

Ci sarà anche chi se ne lamenta, ma basterebbe parlare con i pubblici esercizi dell’area interessata, che non battono in un mese gli scontrini che battono in questi tre giorni. Oppure, solo per fare un altro esempio, con gli albergatori della città che hanno le strutture piene dei 450 operatori stranieri che, con una media di tre operatori per ciascuno dei 150 banchi, riempiono per quattro notti, dal giovedì antecedente all’apertura alla domenica notte, le loro camere in un periodo nel quale in genere ad Arezzo si batte la fiacca.

Ma, soprattutto, è un’iniziativa di popolo, come dicevo, voluta e apprezzata dalla gente di Arezzo. Un giro del mondo in 230 banchi che attira tutti gli anni circa 200 mila visitatori nella nostra città. Si, 230 banchi, perché ai 150 operatori stranieri quest’anno se ne aggiungono 80 locali, con le migliori eccellenze del nostro territorio, a cominciare dai nostri straordinari macellai, che trovano in questa kermesse una vetrina di grande visibilità. Un’occasione, insieme ai nostri artigiani e ai coltivatori diretti, per proporre il meglio dell’enogastronomia aretina. Una festa da godere e gustarsi in santa pace, evitando almeno per una volta inutili polemiche. Un’occasione da sfruttare tutti insieme, impegnandosi per accogliere nel migliore dei modi i tanti visitatori che arriveranno in città.

E lo dico, oltre che da presidente della più importante associazione di categoria aretina, anche da operatore della parte alta della città. In particolare quest’anno che, oltre all’allargamento maggiore dell’area espositiva nel centro storico, abbiamo inventato iniziative collaterali per cercare di “spalmare” meglio in tutto il centro città la tanta gente che accorre. Dal mercatino del Calcit in piazza Grande previsto per domenica, ad “Alien Art Show”, con l’esposizione delle creazioni frutto dell’ingegno artistico dei ragazzi dell’Istituto “Piero della Francesca”, realizzati in collaborazione con il Consorzio Arezzo Fashion e disposti nelle vetrine dei negozi del centro, che sfocerà nell’”invasione di alieni” prevista per sabato mattina, di nuovo in piazza Grande”. 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0