Prima Pagina | Politica società diritti | DEL TONGO: ANTICIPO DELL’INDENNITA’ PER I LAVORATORI CASSAINTEGRATI

DEL TONGO: ANTICIPO DELL’INDENNITA’ PER I LAVORATORI CASSAINTEGRATI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
DEL TONGO: ANTICIPO DELL’INDENNITA’ PER I LAVORATORI CASSAINTEGRATI

L’assessore Borghesi ha incontrato anche la RSU e la proprietà del Mobilificio Fogliense di Sestino per definire affrontare la questione della cassa integrazione speciale per i 66 lavoratori dell’azienda

 

 E’ stato perfezionato questa mattina, dall’assessore al Lavoro e Formazione professionale Carla Borghesi, alla presenza dei sindacati, l’ accesso all’anticipazione del trattamento Inps per i lavoratori e le lavoratrici della Del Tongo. L’operazione era stata avviata ieri, incontrando le organizzazioni sindacali, la direzione territoriale del lavoro, la proprietà Del Tongo e le RSU aziendali, a seguito dell’aggravarsi della situazione economica e finanziaria dell’impresa aretina, per verificare la possibilità di accesso allo sportello Anticrisi della Provincia di Arezzo di circa 50 tra lavoratori e lavoratrici.

Già nello scorso mese di gennaio la Del Tongo aveva richiesto la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria a seguito della quale era stato siglato un accordo, sempre con la Provincia di Arezzo, per anticipare l’importo dell’indennità di CIGS. Oltre ad anticipare il trattamento che spetta ai lavoratori, lo Sportello Anticrisi della Provincia di Arezzo, inoltre, segue i lavoratori nel loro percorso, avviando politiche attive e mettendoli in contatto con le altre province toscane nell’eventualità di nuove opportunità lavorative. 

“In un panorama nazionale, regionale e locale finanziariamente ed economicamente in difficoltà – spiega l’assessore Borghesi - noi continuiamo a sostenere i nostri lavoratori e le nostre lavoratrici con impegni concreti e con una serie di politiche e servizi che li aiutino nei momenti di estrema difficoltà e li orientino poi verso un reinserimento nel mercato del lavoro. Ancora una volta, dall’inizio dell’anno, abbiamo messo a disposizione dei lavoratori lo sportello Anticrisi per velocizzare le pratiche burocratiche che gli permetteranno di accedere all’anticipazione del trattamento Inps”. 

In questi stessi giorni Carla Borghesi ha incontrato anche la RSU e la proprietà del Mobilificio Fogliense di Sestino per definire la CIGS a decorrere dal 15 ottobre che coinvolge 66 lavoratori dell’unità produttiva di Sestino. Nel frattempo una nuova società sta subentrando a quella vecchia e si prevede la riapertura di tre stabilimenti su quattro, previo placet delle organizzazioni sindacali. Ci sono circa 200 dipendenti il cui destino sta impegnando sia la Provincia di Arezzo che quelle di Pesaro Urbino e Perugia, con i cui rappresentanti della proprietà si sono già incontrati,  insieme con i sindaci dei comuni ove sono dislocati i quattro stabilimenti: Piandimeleto, Sestino, Ramazzano e Belforte sull’Isauro. «È una battaglia tra noi e la crisi economica che attanaglia il nostro territorio e non solo – ha detto l’assessore Borghesi – per questo dobbiamo tenere alta l’attenzione verso tutte le imprese in difficoltà e, soprattutto, verso quelle persone che rischiano di perdere il posto di lavoro. Ho ha già preso contatti con Matteo Ricci, Presidente della Provincia di Pesaro Urbino – spiega l’assessore Borghesi - per verificare la fattibilità dell’accesso all’anticipazione dello sportello Anticrisi anche per i lavoratori del Mobilificio Fogliense di Sestino e la collaborazione dei due enti su questo tema. La proprietà, inoltre, per i lavoratori in cassa integrazione si è impegnata al graduale reintegro qualora fosse registrata una crescita costante. La Provincia di Arezzo vigilerà”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0