Prima Pagina | Economia e lavoro | OLTRE 350 RICHIESTE PER I FINANZIAMENTI DELLA CARTA ILA

OLTRE 350 RICHIESTE PER I FINANZIAMENTI DELLA CARTA ILA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
OLTRE 350 RICHIESTE PER I FINANZIAMENTI DELLA CARTA ILA

Funziona lo strumento di formazione per disoccupati o lavoratori in mobilità che assegna ai richiedenti fino a un massimo di 2.500 euro

 

La carta ILA si dimostra, ancora una volta, uno degli strumenti più efficaci per le politiche attive del lavoro e della formazione professionale. Lo dimostra il fatto che l'ultimo bando per 390.000 euro della Provincia di Arezzo, diretto a sostenere donne disoccupate, lavoratori in mobilità, in CIGS e CIG in deroga, è stato letteralmente preso d’assalto dall’utenza che ha fatto arrivare al servizio oltre 350 richieste, a fronte delle circa 150 carte che potranno essere erogate. Ad oggi, quindi, non è possibile garantire il finanziamento a tutti i richiedenti, visto che a ciascun percorso formativo, coerente con le aspettative di crescita professionale, può essere assegnato un finanziamento massimo di 2.500 euro, attraverso ricariche di 500. “La carta ILA in questi ultimi anni è diventata uno strumento irrinunciabile per la formazione e le politiche attive del lavoro sul territorio – afferma Carla Borghesi, Assessore provinciale al Lavoro e Formazione professionale –, uno strumento che i lavoratori e le lavoratrici conoscono molto bene e che hanno imparato ad utilizzare con grande efficacia”. Le carte ILA finanzieranno percorsi formativi individuali articolati come formazione di tipo formale, non formale, informale, consulenza personalizzata da parte di esperti qualificati, partecipazione a stage presso aziende, enti, organismi, finalizzati ad acquisire competenze professionali, altre attività di accompagnamento purché a sostegno del percorso di sviluppo professionale individuale. La carta ILA servirà a pagare i costi diretti per la formazione, consulenza e altre attività di accompagnamento, le spese per i materiali didattici riconducibili al progetto formativo, materiali per la FAD, licenze d’uso per il software, viaggi, vitto e alloggio per seguire i corsi scelti.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0