Prima Pagina | Politica società diritti | Bardelli: tragicomica la gestione dei rifiuti ad Arezzo

Bardelli: tragicomica la gestione dei rifiuti ad Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Bardelli: tragicomica la gestione dei rifiuti ad Arezzo

Arezzo, 19 settembre - “Ad Arezzo la gestione dei rifiuti sta diventando una vera e propria tragicommedia, tra promesse, pantomime e numeri strampalati.” A dichiararlo è il consigliere comunale Roberto Bardelli.

 

 

“Se Arezzo conta 100000 abitanti – dice Bardelli - secondo quale strano calcolo matematico l'assessore Dringoli ritiene di portare la raccolta differenziata al 65% coinvolgendo soltanto 16.000 abitanti? L'assessore Dringoli ha semplicemente le idee confuse o vuol confondere le idee gonfiando le percentuali?”
“E non sarà – afferma il consigliere comunale Pdl - che anche questa volta la giunta Fanfani si dimostra maestra nel promettere pur consapevole di non poter ma soprattutto di non voler mantenere?”

“Nei confronti dei rifiuti – prosegue Bardelli - a ben vedere si tratta del solito fumo negli occhi dei cittadini. La maggioranza prima si è spaccata perché il Pd sosteneva con forza il raddoppio dell'inceneritore, adesso torna sui propri passi e aderisce al Life Plus che il sindaco in precedenza aveva rifiutato. Adesso si parla di atti di indirizzo ma non ci sono fondi, si parla di raccolta differenziata ma non si capisce come e da chi verrà gestita, si parla di soluzioni alternative all'inceneritore ma non si capisce quali siano concretamente.”

“A questo punto l'unica cosa certa – conclude il consigliere comunale - è che l'assessore Dringoli è decisamente rientrato nei ranghi dopo la pantomima dell'entra ed esci (ma quasi quasi resto) regalata dalla sinistra tutta (in certi casi meravigliosamente unita) alla città di Arezzo. Ranghi di nuovo serrati e vai con le messinscene. Evviva.”

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0