Prima Pagina | Lo Sport | Alla Montagnanata dominano i keniani

Alla Montagnanata dominano i keniani

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Alla Montagnanata dominano i keniani

Grande Spettacolo a Montagnano con il dominio keniano sia in campo Maschile che in quello femminile : molto bene i toscani e gli aretini.

 

Domenica  particolarmente scoppiettante quella vista a Montagnano in  occasione della riedizione della corsa podistica  “Montagnanata” alla quale hanno preso parte complessivamente quasi 200  atleti.

Nota particolarmente lieta  è stata la  qualità ed il numero degli atleti presenti.

Infatti, nessuno poteva immaginare di avere al via un lotto di atleti cosi qualificato composto da personaggi di notevole valore tecnico come i  keniani  sia in campo maschile che in quello femminile, oltre alla presenza di  atleti marocchini,ma la cosa forse più importante è stata quella di avere alcuni atleti toscani  come Maurizio Cito atleta senese di valore nazionale e tutti gli atleti aretini più forti al via da Filippo Occhiolini, ad Alessandro Annetti ,Andrea Caruso,Daniele Neri,Emanuele Graziani ,Filaj Perparim,Roberto Roverelli, Mirko Refi e tantissimi altri ancora.

                        La Cronaca:

inizio come consuetudine delle  gare del settore giovanile in cui abbiamo visto degli ottimi atleti emergenti raggiungere la vittoria con assoluta disinvoltura come Francesco Capaccioli, Niccolò Ghinassi, Matteo Sinatti, Giuditta Toppi,Giulia Mazzini e Azzurra Borgogni.

Alle ore 18 partenza della gara femminile –veterani e argento in cui l’atleta keniana Eunice Chebet ha imposto fin dalle prime battute un ritmo molto sostenuto che neanche gli uomini  sono riusciti a contenere.

Al primo dei 3 giri la keniana aumentava il suo vantaggio su Stefano Sinatti (rientrato dopo l’infortunio di domenica) che doveva vedersela dai compagno di squadra Mulas , Lancillotti e Floris.

Al 2° ed ultimo passaggio la situazione non cambiava in testa mentre nelle posizioni di rincalzo Lucia Boncompagni superava  uno ad uno tutti i veterani , facendosi minacciosa nei confronti dell’allenatore Sinatti che la precedeva.

Negli argento dopo una partenza in sordina di Patrussi che era rimasto leggermente indietro, all’ultimo passaggio riusciva ad andare in testa con un vantaggio di  10\15 metri su Caruso e Sguerri che potenzialmente potevano  riprenderlo.
Il finale è tutto di Chebet che va a vincere  a braccia alzate su Stefano Sinatti e Lucia Boncompagni mentre quarto giunge Mulas e 5° Lancillotti ,  la 3^ donna  Francesca Barneschi riesce a contenere il rientro di Valentina Mattesini e Veronica Nocentini rispettivamente 4^ e 5^.

Nella categoria argento Patrussi vince con un vantaggio di circa 20”su Caruso e quasi 60” su Sguerri mentre 4° risulta Palleri e 5° Sinatti.

Alle ore 18,40 la partenza della gara Clou con il pronostico praticamente acquisito per gli atleti keniani e marocchini che dovevano occupare tutti i primi 5 posti.

La corsa , invece ha dato esiti non così scontati, infatti già al 1° dei 4 giri in testa a tirare la gara si portava il senese portacolori dell’Atletica Futura Maurizio Cito  dietro il quale si posizionavano  i 3 Keniani mentre i marocchini insieme agli aretini avevano qualche decina di metri di distacco.

Man mano che i giri passavano Maurizio Cito dimostrava di poter competere  conducendo le danze, intanto dietro  perdeva terreno il terzo keniano Chirchir , gli altri si alternavano nell’inseguimento con Occhioilini, Dakhchoune, Midar, Caruso, Annetti, Neri e Filaj .

All’ultimo giro ancora i tre al comando ventilando un arrivo in volata , ma in prossimità degli ultimi 500 metri  Koech allunga affiancato dal compagno Kemey mentre perde  qualche metro Cito, intanto l’attento e numeroso pubblico presente che ha sostenuto l’azzurro spera ancora .

Nel rettilineo finale lotta fra i due keniani in una volata serrata in cui Kemei la spunta su Koech  per 2”e poco più di 10” su Cito che viene sostenuto da un grande applauso dal pubblico di Montagnano.

Al 4° posto ancora kenia con Chirchir  mentre 5° è il marocchino Dakhchoune al 6 posto un grande Occhiolini, 7° il marocchino Midar mentre all’8° posto un Alessandro Annetti molto grintoso sul giovane Andrea Caruso (9°) e 10° Daniele Neri. 

Nella classifica di società la U.P.Policiano si aggiudica il Trofeo Banca Valdichiana sulla podistica il Campino.

Molta soddisfazione e venuta da parte dei rappresentanti della Banca Valdichiana (sponsor della manifestazione ) e degli organizzatori della Sagra che nutrivano qualche perplessità sulla riuscita.

L’appuntamento a questo punto è per il prossimo anno con una gara ad alto livello tecnico e spettacolare.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0