Prima Pagina | Politica società diritti | Ci rallegriamo della netta presa di posizione del Sindaco Fanfani

Ci rallegriamo della netta presa di posizione del Sindaco Fanfani

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ci rallegriamo della netta presa di posizione del Sindaco Fanfani

Arezzo Capoluogo. Invitiamo però Fanfani alla coerenza.


In questi giorni stiamo seguendo con grande preoccupazione la vicenda del riordino delle Province e, in particolare, ci paiono scandalose le dichiarazioni del Presidente della Regione Rossi che parrebbe aver già designato Siena come capoluogo di un’unica Provincia di ‘area vasta’ AR-SI-GR. Che si tratterebbe di una mortificazione del nostro territorio è sotto gli occhi di tutti. E che si tratterebbe di una mortificazione gratuita, effettuata in spregio alla legge, per creare un’eccezione ad hoc a tutto vantaggio di Siena, è ancora più evidente. Per non parlare poi, e vorremmo che tutti se lo ricordassero sempre, del totale disprezzo per la partecipazione popolare che, se pur completamente ignorata dal Governo nazionale e regionale, continua a rappresentare per noi l’unica garanzia di una diversa etica nelle scelte politiche.

Per questo ci rallegriamo della netta presa di posizione del Sindaco Fanfani che è giunto a minacciare le proprie dimissioni pur di difendere gli interessi della città. Questo è l’atteggiamento che il primo cittadino di Arezzo dovrebbe sempre tenere. Ci permettiamo però di fargli presente che solo qualche mese fa, mentre era in corso la verifica politica ad Arezzo, noi gli chiedemmo di fare lo stesso, ma fu proprio lui a insistere per spostare tutto a Firenze, sostenendo che su decisioni importanti quali la politica sui rifiuti e il raddoppio dell’inceneritore non ci si poteva opporre ai disegni della Regione. E anche in quel caso, lo ricordiamo, la Regione Toscana anteponeva gli interessi della cosiddetta ‘area vasta’ AR-SI-GR a quelli della nostra città. Allora delle due l’una: o opporsi a scelte sbagliate è legittimo, oppure non lo è.

Noi, naturalmente, crediamo lo sia e, come abbiamo sempre fatto, agiremo di conseguenza, facendo la nostra parte e attivandoci con il nostro rappresentante in Consiglio Regionale, per evitare che il piano di Rossi vada in porto. Invitiamo però il Sindaco Fanfani a mantenere sempre una linea di coerenza. Difendere il futuro economico e politico di Arezzo è sacrosanto. Ma la salute degli Aretini non è certamente meno importante.

 

Massimiliano Gregorio

Coordinatore comunale SEL

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0