Prima Pagina | Lettere alla redazione | Del Cristo di Cimabue, delle chiacchere e dei poteri forti

Del Cristo di Cimabue, delle chiacchere e dei poteri forti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Del Cristo di Cimabue, delle chiacchere e dei poteri forti

Hanno già sfregiato il Duomo, sfasciato il Prato, ma il Cimabue in America... no, no, no !

 


Dopo grandi passerelle mediatiche sulla richiesta proveniente dalle istituzioni  di poter avere in prestito temporaneo, per una esposizione a Washington (capitale degli Usa), il Cristo di Cimabue sito in San Domenico di Arezzo, oggi il passo indietro.

Gli Usa non sono più interessati: e ci credo, se ne parlava da marzo, era intercorse lettere, l'addetto culturale era volato ad Arezzo per ritrovarsi ignorato dal vescovo Fontana che, in base alle gerarchie vaticane ed agli accordi sulle opere d'arte, ne è il proprietario.

Hanno già sfregiato il Duomo, sfasciato il Prato, ma il Cimabue non te lo do.

La “longa manus” sta già mettendo in un angolo le cooperative storiche in Arezzo per sostituirle con quelle di estrazione cattolica doc. Ha gestito la visita del Papa ad Arezzo come cosa propria ed in comune, alcuni, si sono piegati al volere superiore ottenendone in scambio la passerella mediatica.

Catto-comunisti! Tutte le belle panzane sula promozione della città,  defilè come alla prima comunione, davanti alle telecamere; oggi l'han presa dietro.

Come si mette con lo schiaffo alla città?

In attesa che diano la colpa a chi rema contro (come al solito indicheranno i detrattori del sindaco, i nemici del PD, i dipendenti comunali, i senza-dio, oltre alle cavallette), ricordo che la Madonna del Conforto è patrimonio della città e dei suoi abitanti: anche se non praticanti tutti i veri aretini la rispettano, onorano, pregano!

Rinnovo la mia preghiera alla immagine sacra (che viene dal senese, nessuno è perfetto): oltre questi politici, liberaci da quelli che dimenticano la nostra identità.

Un caro saluto a tutti quelli che si genuflettono ai poteri forti.

 

Alessandro Ruzzi

FLI  Arezzo

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0