Prima Pagina | Politica società diritti | Scatizzi: la relazione della Commissione controllo e garanzia

Scatizzi: la relazione della Commissione controllo e garanzia

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Scatizzi: la relazione della Commissione controllo e garanzia

Il Presidente della Commissione consiliare Controllo e Garanzia, Luigi Scatizzi, ha presentato la relazione semestrale relativa alle attività svolte.

 

 

Per quanto riguarda le funzioni statutarie la Commissione si è occupata di verificare tempi e flussi delle risposte alle interrogazioni; dell’attuazione degli atti di indirizzo e delle mozioni deliberate; della coerenza normativa dei procedimenti delle nomine e delle designazioni di rappresentanti del Comune; dell’osservanza delle disposizioni statutarie e regolamentari per l’esercizio dell’iniziativa popolare.

Altri argomenti hanno riguardato la valutazione dell’iter seguito per la delibera per nomine, designazioni e revoche dei rappresentanti del Comune in Enti, Aziende, Istituzioni e Società Partecipate; la valutazione dei motivi di rigetto riguardanti la proposta di delibera di iniziativa popolare relativa all’aeroporto Molin Bianco; la valutazione dell’iter di approvazione degli indirizzi di micro organizzazione dell’ente.

In particolare, sull’iter del provvedimento sulle nomine, la Commissione non ha rilevato vizi formali nel procedimento seguito anche se sotto il profilo strettamente normativo si è convenuto sulla necessità di proporre modifiche che riducano i margini interpretativi a carico delle Funzioni Tecniche del Regolamento del Consiglio Comunale. Sull’iter di risposta delle Segreteria Generale alla richiesta urgente del consigliere Barone di riesame della procedura seguita nel corso del Consiglio, è stato evidenziato che la Segreteria non ha fornito il parere urgente richiesto che fu invece inviati ad altra Commissione (X): su ciò è stata riscontrata una mancanza che ha limitato la capacità di azione politica del consigliere richiedente.

In merito invece ai motivi che hanno determinato da parte del Sindaco (su parere della Segreteria Generale)  il rigetto della proposta di iniziativa popolare relativa all’aeroporto Molin Bianco, la Commissione ha ritenuto le ragioni del rigetto frutto di un’interpretazione restrittiva delle norme ed è quindi in corso una richiesta di riesame della legittimità della proposta.

Gli altri argomenti sono in corso di approfondimento.

L’attività svolta in questi mesi porta la Commissione ad evidenziare la necessità di intervenire sullo Statuto e sul Regolamento del Consiglio per aggiornarlo alla luce delle modifiche strutturali e funzionali derivanti da norme nazionali (esempio:abolizione delle Circoscrizioni, eliminazione del Difensore Civico etc…); precisarlo negli aspetti che lasciano un margine eccessivo all’interpretazione delle Funzioni Tecniche; emendarlo per renderlo più funzionale alle nuove esigenze amministrative.

Nei prossimi mesi la Commissione approfondirà questi temi e formulerà proposte alla Presidenza del Consiglio Comunale.

Barone (IdV) “La Commissione ha cercato di affrontare i problemi in maniera quanto più oggettiva possibile. Personalmente ho avuto una piccola soddisfazione da questa Commissione: penso ai criteri delle nomine. L'allora Segretario generale non rispose ad un mio quesito urgente. Analoga ragione ho avuto anche in merito alla proposta di iniziativa popolare per l'aeroporto di Molin Bianco: è stato uno “schiaffo democratico” a quasi 1500 persone.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0